Pensioni, riapre tavolo governo e sindacati

Il tavolo tra governo e sindacati sulle pensioni si è riaperto. Si è tenuto infatti un incontro al ministero del Lavoro alla presenza dei sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil e dei pensionati Spi, Fnp e Uilp. Nel corso della riunione il governo, rappresentato dal ministro Giuliano Poletti e dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Marco Leonardi, ha annunciato che intende emanare i decreti attuativi relativi alle norme definite nella legge di bilancio entro i termini stabiliti dalla legge. Le organizzazioni sindacali hanno sottolineato i punti da affrontare e da risolvere, in particolare in rapporto alla definizione delle platee. Il dettaglio dei decreti attuativi “sarà affrontato in una specifica riunione tecnica del tavolo che si terrà al ministero del Lavoro il prossimo 1° marzo. E’ stata poi formalmente avviata la seconda fase del confronto, come previsto dall’intesa sottoscritta lo scorso 28 settembre. Su questo il confronto è stato calendarizzato il prossimo 23 marzo”.

Le parti hanno definito “un piano di lavoro condiviso per affrontare le problematicità. Il primo appuntamento, fissato il 1 marzo sarà dedicato ai decreti attuativi sull’Ape volontaria e l’Ape sociale. Gli altri due appuntamenti, nel giro di quindici-venti giorni riguarderanno le pensioni dei giovani, la situazione delle donne e il tema delle aspettative di vita. L’ultimo incontro sarà sulle politiche attive del lavoro e sugli ammortizzatori sociali. Le date dovrebbero essere il 9 e il 23 marzo, ma – ha precisato Poletti – sono suscettibili di modifica”. Tra le richieste al ministro anche quella di aprire rapidamente un confronto sulla governance dell’Inps. Il titolare del dicastero “si è impegnato a dare risposte”.

Commenta per primo

Rispondi