Conferenza stampa di presentazione del progetto cinematografico Il Cielo Stellato

Lunedì 20 febbraio 2017 alle ore 15:00 a Matera, presso la sede dell’Associazione “Maria SS della Bruna” in Piazza Vittorio Veneto, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del progetto cinematografico Il Cielo Stellato, incentrato sulla digitalizzazione mediatica, attraverso la tecnica della Fotogrammetria 3D,  del materiale foto e video realizzato dai materani nelle diverse edizioni del secolare rito della Madonna della Bruna di Matera.

Il progetto, che coinvolge in maniera attiva i cittadini, chiedendo loro di fornire fotografie e filmati ritraenti il Carro della Bruna, dall’esposizione nell’officina fino allo “strazzo” in Piazza Vittorio Veneto, si intreccia con il programma del dossier di Matera 2019 e in particolare con il progetto pilastro dell’I-DEA, l’Istituto Demo-Etno-Antropologico, che raccoglierà il ricco patrimonio storico-culturale della Basilicata, mettendo in rete archivi sia pubblici che privati. Il progetto Il Cielo Stellato si connette altresì al tema del bozzetto del prossimo Carro, ‘“Tutti i credenti stavamo insieme e avevamo ogni cosa in comune”, puntando alla costruzione di un immaginario collettivo. La Fondazione Matera-Basilicata 2019 e l’Associazione “Maria SS della Bruna” collaboreranno alla promozione del progetto cinematografico attraverso i propri canali ufficiali, invitando i cittadini a fornire il proprio personale contributo alla realizzazione del film.

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti la regista del film, Caterina Erica Shanta, Gabriella Manfrè, della casa di produzione di Milano Invisible Film, Marta Bianchi di Careof – Organizzazione no profit per la ricerca artistica contemporanea, Domenico Andrisani, Presidente dell’Associazione “Maria SS della Bruna” e Paolo Verri, Direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019.

 

Caterina Erica Shanta

«Lavoro come artista da diversi anni e utilizzo il documentario quale chiave per sviscerare determinati linguaggi e contesti di produzione di immagini. Il progetto Il cielo stellato nasce da una riflessione sulla distruzione come processo rituale, ponendosi come esperimento visivo e sonoro di una possibile ricostruzione attraverso l’oralità. Il film vuole esplorare la seconda manifestazione dell’evento attraverso le sue immagini e come queste divengano depositarie di una diversa narrazione. Dal 2010 osservo il rito e mi sono accorta di un cambiamento nella sua fruizione: è sempre più registrato.  E’ una fuga verso la contemporaneità attraverso un orizzonte tecnologico d’immagini mediatiche che doppiano e si duplicano. Ora più che mai è necessario cogliere gli aspetti orali del rito, ma nel farlo è necessario misurarsi con la sua decontestualizzazione digitale, il veloce passaggio al virtuale di un secolare patrimonio di pietra e parole».

Marta Bianchi

«Nell’anno del suo trentennale, Careof – organizzazione non profit per la promozione dell’arte contemporanea ed in particolare focalizzata sulla ricerca video – prende parte alla produzione del Cielo Stellato, con la consapevolezza che il sostegno ai giovani artisti debba attuarsi in modo concreto e continuativo. Abbiamo conosciuto Caterina Erica Shanta durante ArteVisione2016, un progetto in collaborazione con Sky Italia per la realizzazione di opere video di giovani artisti italiani. Convinti della qualità del progetto prendiamo parte a questa nuova avventura, felici di poter collaborare con partner così prestigiosi».

Gabriella Manfrè

«Dopo tanti anni di attività, è un piacere ed un onore partecipare ad un progetto così particolare ed innovativo. Parlare di memoria sfruttando, però la tecnologia e la modernità trovo sia un binomio molto interessante ed accattivante. Il grande entusiasmo di Caterina Shanta e di Marta Bianchi che mi ha contattato per prima, mi invoglia e mi da fiducia su un nuovo modo di fare cultura, senza dimenticare il passato, ma guardando sempre più avanti».

Paolo Verri

«Il progetto “Il cielo stellato” rappresenta un’altra forte tappa di partecipazione e di generazione di futuro a partire dalla più radicata tradizione lucana. La Fondazione Matera-Basilicata 2019 fungerà da “cassa di risonanza” dell’iniziativa, per un ampio coinvolgimento dei cittadini, sia materani che abitanti temporanei della città».

Domenico Andrisani

«A nome mio personale e del Comitato esecutivo dell’Associazione Maria SS della Bruna, esprimo un vivo apprezzamento per il progetto “Il cielo stellato”, volto ad accendere i riflettori sulla festa in onore di Maria SS della Bruna. Sono certo che questa iniziativa farà ulteriormente conoscere le nostre tradizioni oltre che in Italia, anche in Europa e nel mondo. L’Associazione Maria SS della Bruna si pone come locomotiva di immagine non solo di Matera ma anche dell’intera Basilicata e dell’Italia meridionale».




Commenta per primo

Rispondi