Torna l’appuntamento con il Carnevale e la celebre maschera dell’Orso

Teana si prepara a vivere uno dei momenti più sentiti di tutto l’anno: il carnevale. Una tradizione molto antica che, puntuale, rivive ogni anno, quando il bosco libera la sua creatura, l’Orso ed ha inizio l’antico rituale. La valorizzazione di questo evento culturale, voluto dalla Proloco di concerto con l’amministrazione comunale, regione Basilicata, APT E RETE ANTROPOLOGICA DEI CARNEVALI LUCANI, è volta a creare un attrattore permanente della tradizione.

Tra tutte le maschere quella  che più desta stupore è l’Orso, da cui tutto parte e con cui la rappresentazione finisce; è lui il primo ad apparire con un’uscita veloce dai boschi, dalla natura, attraverso una pagana processione di ‘Carnevale’, condotto in catene verso il giudizio finale e la morte. Alle spalle di Carnevale c’è sempre l’Orso, che gli sta col fiato sul collo fino al momento in cui, il grande animale prenderà il corpo morto di Carnevale  lo porterà via con sè.

Quest’anno l’evento di snoda in tre fasi. Domenica 19 febbraio alle ore 16.00 la tradizione sarà raccontata attraverso il linguaggio universale del teatro: per le vie del paese avrà luogo  la  rappresentazione teatrale “Teana e l’Urs: racconto di una poesia popolare” con la direzione artistica di Erminio Truncellito.

Sabato 25 febbraio, come di consueto l’ultimo sabato di Carnavale alle ore 10.00 avrà inizio la tradizionale sfilata delle maschere per le vie del paese, con la partecipazione, quest’anno, de “I Campanacci” di San Mauro Forte, “Il Carnevalone” e “I Cucibocca” di Montescaglioso (il Carnevale di Teana fa parte, già da tempo, della rete dei carnevali lucani). Alle ore 17.30 si svolgerà il consueto processo a Carnuluvar in largo Chianuro, nel cuore del centro storico. Non mancherà certo la gastronomia, perchè in serata ci sarà la sagra dei maccheroni con la mollica, il piatto tipico di questo periodo e per concludere il concerto degli  “Allabua”.

Domenica 26 febbraio ci sarà la terza edizione de “Il Carnevale dei Piccoli”:  alle ore 15.00 inizio della sfilata, ore 17.00 processo a Carnuluvar presso la Sala “Marino di Teana”, a concludere uno spettacolo comico con Peppe Zero, sosia di Checco Zalone.

“Per noi- spiega il presidente della pro Loco Vincenzo Lovaglio- aver raggiunto questo risultato a livello nazionale insieme al riconoscimento da parte della Regione Basilicata, come bene intangibile del nostro Carnevale, vuol dire che in questi anni si è lavorato bene; inoltre avere anche la vetrina di RAI 1 della Vita in Diretta il giorno 24 febbraio da Satriano insieme agli altri Carnevali della rete dei Carnevali Lucani rappresenta un ulteriore tassello per la promozione del nostro territorio e delle sue tradizioni. La Pro Loco di Teana si è posta dall’inizio un obiettivo, quello di creare un attrattore non solo turistico, ma un attrattore che deve essere da volano alla nostra economia locale e rappresentare un’occasione di lavoro pei giovani. Inoltre, per noi ed in particolare per me rappresentare la Rete antropologica dei Carnevali lucani, insieme all’amico di Tricarico Rocco Stasi, è un motivo di orgoglio per la fiducia ricevuta ed è soprattutto uno stimolo a fare sempre meglio e portare avanti progetti che sono già in fase di lancio, anche attraverso una programmazione che avverrà di comune accordo con i Comuni, Regione e APT Basilicata. Vi aspettiamo a Teana”.

Commenta per primo

Rispondi