ESPOSIZIONI E DEGUSTAZIONI MADE IN SUD: INIZIATIVA GRUPPO CESTARI-CAMERA ITALAFRICA

In occasione di “Milano Fashion Week 2017”, il tradizionale e prestigioso appuntamento internazionale della moda donna, uno dei simboli più significativi del “made in Italy”, il Gruppo Cestari, in sinergia con la Camera di Commercio ItalAfrica e in collaborazione con Master Project, promuove a Milano eventi per l’esposizione e degustazioni guidate delle eccellenze enogastronomiche provenienti dal Sud Italia con la partecipazione anche di imprese lucane. L’idea è quella di raccogliere imprese del sud-Italia per una serata di gala con degustazioni di prodotti tipici presso una elegante location milanese. Insieme a questa serata, verrà associata anche una giornata presso gli uffici della Camera di Commercio ItalAfrica a Milano (nella centralissima Corso Sempione) con BtoB, incontri con buyer nazionali e internazionali, imprese del settore enogastronomico (e non solo), dibattiti territoriali e tutto ciò che può creare un link tra le imprese del sud-Italia e i grandi Buyers che saranno presenti a Milano durante la settimana della Moda. Tutto questo da replicare per grandi eventi durante tutto l’anno (Vinitaly, etc) in modo da accompagnare la crescita delle imprese e dei prodotti di eccellenza del Sud.
L’occasione della presenza a Milano per la settimana della moda di Buyers internazionale – si sottolinea in una nota del Gruppo Cestari – si coniuga con il nostro obiettivo di realizzare una piattaforma permanente per portare fuori regione tutte le opportunita’ che possiamo offrire.

Quanto alla Camera ItalAfrica ha un’esperienza specifica nell’attività di promozione e commercializzazione dell’import-export e di scambi imprenditoriali come testimonia la missione promossa in Basilicata in collaborazione con la Regione Basilicata, in occasione di Expo Milano, con delegazioni provenienti da Uganda, Serbia, El-Salvador, Haiti, Cuba, Slovacchia, Costa D’Avorio, Togo, Mauritania, Somalia, Comore, Senegal, Brasile, Guatemala, Sierra Leone,  che hanno visitato realtà produttive e turistiche in Valbasento e in Val d’Agri, per sottolineare la necessità che la Basilicata punti di più sulla cooperazione internazionale, per accrescere il “brand Matera 2019”. La sede di Milano della Camera ItalAfrica è da anni una sorta di vetrina permanente del “made in Sud” e lo strumento per aiutare le pmi ad incontrare buyer del nord Italia e poi per quelle meglio strutturate anche imprese e acquirenti extra europei. Non solo turismo ma tante altre occasioni di avvio di interscambio , non solo cultura , ma export , import , partenariati tra imprese e professionisti.

E’ un’ulteriore iniziativa che – dice l’ing. Alfredo Cestari – conferma il ruolo che attribuiamo all’Enrico Mattei, ad un’ora e mezza di volo dai Paesi del Nord Africa, soprattutto quale hub per una piattaforma logistica euromediterranea. Nonostante i drammatici venti di guerra, il ruolo del Mediterraneo quale baricentro del sistema degli scambi a livello internazionale è in fase di sviluppo, soprattutto dopo il “raddoppio” del Canale di Suez. Ed il rilancio della funzione del Mediterraneo a livello di economia mondiale costituisce una straordinaria opportunità per il Mezzogiorno d’Italia, che, se opportunamente attrezzato sul terreno infrastrutturale, può divenire la piattaforma logistica ed operativa di una sorta di porta di comunicazione tra l’Europa e l’Oriente. In particolare la realizzazione del “Corridoio Meridiano” potrebbe servire a creare una vera e propria piattaforma euromediterranea, per una macroarea che integri Sicilia, Calabria, Puglia e Basilicata. E per questo il progetto di piattaforma logistica dell’agroalimentare collocata a Ferrandina e quindi al centro del Mediterraneo e strettamente correlata al Porto di Taranto che ha una naturale predisposizione a intercettare traffico di merci che, in prospettiva, riguarderanno soprattutto lo scambio delle merci alimentari, si completa con l’Enrico Mattei.




Commenta per primo

Rispondi