LAVORI SULLA BRADANICA. IL SINDACO DI MATERA: “NON SAREMO INSENSIBILI ALLE INERZIE INGIUSTIFICATE”

“Malgrado patti solenni, la ultimazione della strada statale 655 ‘Bradanica’, precipita sempre più in una inaccettabile alea”. Così il sindaco commenta lo stato dell’arte delle opere sull’arteria stradale.

“Mi chiedo – prosegue – se sia morale che la costruzione di una arteria essenziale lungo la direttrice Metaponto-Matera-Melfi possa vivere una sofferenza di circa 50 anni. Vi è un perverso gioco a nascondino che la comunità materana  non può più accettare.

La direttrice Melfi-Matera diviene, infatti, uno dei collegamenti vitali in previsione degli avvenimenti che interesseranno nel 2019 la Capitale europea della Cultura la cui designazione viene ignorata e derisa dai protagonisti di questa allucinante vicenda.

Il Comune di Matera – prosegue il sindaco – non sarà insensibile ai denunciati ritardi e alle ingiustificate inerzie, attivando sin d’ora una mobilitazione della comunità e dell’opinione pubblica perché si rimuovano ogni ostacolo, ogni tentennamento e ogni equivoco per il completamento di un’opera fondamentale per Matera, per la Basilicata e per il Mezzogiorno.

In questa prospettiva – conclude il sindaco – ho l’obbligo di convocare in tempi rapidi le parti perché finisca  una volta per tutte il triste e squallido gioco dei rinvii a danno della città, del territorio e dei lavoratori”.

Matera, 8 febbraio 2017

Commenta per primo

Rispondi