Accordo quadro per il contrasto al caporalato

Esposito (Flai Cgil), Lapadula (Fai Cisl), Nardiello (Uila Uil)

 

“Grande soddisfazione per la fase attuativa. Nel 2018  a Palazzo San Gervasio un campo di accoglienza per 400 migranti”

I segretari generali Flai Cgil Basilicata Vincenzo Esposito, Fai Cisl Basilicata Antonio Lapadula e Uila Uil Basilicata Gerardo Nardiello, esprimo grande soddisfazione per i lavori fin qui portati avanti nell’ambito dell’Accordo quadro Basilicata attuativo del Protocollo sperimentale nazionale per il contrasto al caporalato e allo  sfruttamento lavorativo in agricoltura.

I segretari sono stati ricevuti dal Prefetto di Potenza per discutere della fase attuativa del protocollo firmato la scorsa estate e al momento l’unico in Italia tra quelli istituiti dal Ministero.

Tra le prime misure immediatamente messe in campo, la realizzazione di un campo di accoglienza per i lavoratori stagionali all’ex tabacchificio di Palazzo San Gervasio che potrà ospitare per un totale di circa 400 migranti. Il progetto prevede la bonifica del sito e la realizzazione di tutti i servizi igienico sanitari necessari, un laboratorio sanitario e uno sportello del Centro per l’impiego. La consegna dei lavori è prevista nel 2018. Nell’attesa, i migranti continueranno ad essere ospitati nella parte del tabacchificio fino a oggi già utilizzata.

Le prossime misure del progetto da attivare e su cui già si sta cominciando a ragionare riguardano la formazione sui temi della sicurezza nel lavoro e il trasporto da e verso il campo, coinvolgendo anche l’ente bilaterale già esistente e costituito dai sindacati e dalle organizzazioni di categoria Cia, Coldiretti e Confagricoltura.

“Siamo sulla strada giusta – dichiarano i segretari –  confermiamo il nostro impegno affinché l’attuazione dell’accordo proceda il più rapidamente possibile. Insieme alla recente approvazione delle legge nazionale contro il caporalato, finalmente si potrà ripristinare la legalità in un settore produttivo di fondamentale importanza per la Basilicata.

 

Potenza, 2/2/2017




Commenta per primo

Rispondi