Comune di Laterza: “Definizione agevolata delle entrate degli enti locali”

Cosiddetta “Rottamazione delle ingiunzioni fiscali”

Per venire incontro alle esigenze dei contribuenti nella problematica della sistemazione delle pendenze tributarie degli anni pregressi e in considerazione del particolare periodo di crisi economica ed occupazionale che sta incidendo profondamente anche sulla tenuta sociale della popolazione, cogliendo l’opportunità prevista dal D.L. 193/2016, su proposta dell’Assessore al Bilancio Mimma Stano, il Consiglio Comunale, in data 26 gennaio, ha approvato all’unanimità il regolamento della “Definizione agevolata delle entrate degli enti locali”.

L’Amministrazione Comunale di Laterza è stata tra le prime del territorio ad adottare il provvedimento per la cosiddetta “Rottamazione delle ingiunzioni fiscali”.

Il regolamento concede ai contribuenti la possibilità di definire in maniera agevolata le posizioni debitorie sottoposte a ingiunzioni fiscali notificate negli anni dal 2000 al 2016 da Comune e dai concessionari della riscossione.

Rientrano nel provvedimento le seguenti pendenze:

  1. ICI (Imposta Comunale sugli Immobili), TARSU (Tassa sulla Raccolta e Smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani), TARES (Tassa sui Rifiuti e sui Servizi), IMU (Imposta Municipale Unica), IUC ( Imposta Comunale Unica nelle sue componenti), TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili) TARI (Tassa sui Rifiuti), TOSAP, ICP, ICIAP.
  2. Sanzioni per la violazione del codice della strada.

Per i tributi è prevista la cancellazione delle sanzioni applicate, per le sanzioni per violazione del codice della strada la cancellazione degli interessi.

Gli interessati potranno presentare la richiesta di adesione entro il 30/04/2017.

E’ prevista la possibilità di saldare la posizione in unica soluzione o di rateizzare fino a un massimo di quindici rate mensili e comunque non oltre il 30/09/2018.

Il modulo per la richiesta sarà scaricabile dal portale del Comune “Laterza Digitale”.

 

L’Assessore al Bilancio

Mimma Stano.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*