Comune di Matera. L’assessore Paola D’Antonio all’assemblea dei soci del Comitato Giovani Unesco

ASSEMBLEA COMITATO GIOVANI UNESCO

PRESTO PATTO D’AZIONE CON IL COMUNE E INCONTRO CON LE REALTA’ REGIONALI

“Il Comune di Matera sarà partner operativo del vostro lavoro e, al più presto riunirà in un unico contesto tutte le  realtà regionali e le istituzioni che si muovono nel contesto della promozione e valorizzazione del  Patrimonio Unesco”. Così l’assessore al Patrimonio Unesco, Paola D’Antonio oggi ha portato il suo saluto alla riunione dei soci del Comitato Giovani Unesco di Basilicata. All’incontro è stato presente anche il consigliere Vito Sasso.

“Matera è stata la prima città riconosciuta come Patrimonio dell’Unesco al Sud e per questo accogliamo con particolare favore il vostro impegno. Riteniamo, infatti,  che il concetto di cultura debba coincidere con quello di condivisione delle realtà del territorio e per questo sarà utile individuare meccanismi che possano ampliare il confronto e lo scambio,  a cominciare proprio dalla nostra città proseguendo poi con tutti gli attori che si muovono e operano in questo contesto tra cui, ad esempio, il club del Vulture, fermo restando il lavoro con le istituzioni, con la Regione, con la Fondazione Matera-Basilicata 2019.

La presidente del Comitato, Fiorella Fiore ha annunciato l’intenzione di procedere con un patto d’azione con il Comune, nel quale sviluppare tutte le modalità anche in vista del  processo di condivisione che si svilupperà.  “Un documento ad hoc, in vista dell’assemblea che terreno nei prossimi mesi, sarà molto utile per lavorare insieme nel contesto complessivo della Commissione internazionale Unesco. Fondamentale, dunque, l’istituzionalizzazione dei passaggi che ci riguardano. Lavoreremo al più presto al documento”.

“La nostra amministrazione comunale – ha poi aggiunto l’assessore D’Antonio – è riferimento dell’organismo internazionale e per questo possiamo esservi accanto per tutte le iniziative che metterete in campo e per  le azioni condivise che rappresenteranno strumenti ancora più significativi”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*