ROTTAMAZIONE CARTELLE ESATTORIALI: AL COMUNE DI MATERA TUTTO TACE

Il 28 dicembre scorso il Consiglio Comunale di Matera ha approvato all’unanimità una mozione presentata dai consiglieri di centrosinistra, primo firmatario Pietro Iacovone, che impegna l’amministrazione ad aderire alla rottamazione delle ingiunzioni emesse dal Comune di Matera per la riscossione delle entrate tributarie ed extratributarie come previsto dal collegato “fiscale” alla legge di stabilità 2017. Tale adesione deve essere deliberata dal Consiglio Comunale entro il 1° febbraio 2017 per fissare tempi e modalità della definizione agevolata dei crediti, consentendo agli interessati di versare le somme dovute, anche a rate, e beneficiare dell’esclusione delle sanzioni e degli interessi di mora. In sostanza si tratta dell’estensione della “rottamazione” delle cartelle esattoriali di Equitalia anche ai debiti che i cittadini hanno nei confronti di altri gestori della riscossione a cominciare dai Comuni. Come si può osservare è un provvedimento di grandissimo interesse per i cittadini. A soli 15 giorni dalla scadenza del termine ultimo per deliberare, al Palazzo di città tutto tace. Non viene convocata la Conferenza dei capigruppo, nessun atto è stato predisposto ed inviato alla competente commissione Bilancio. E’ solo il caso di ricordare che questo atto è l’ennesimo di specifica competenza dell’assessore al Bilancio che invitiamo ancora una volta a insolentire meno i consiglieri comunali e a lavorare di più nell’interesse dei cittadini.

I consiglieri comunali del centrosinistra al Comune di Matera

Matera, 17 gennaio 2017

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*