Michele Napoli:” Sussidiarietà e Conferenza Regionale dei Servizi LIONS”

“Non è sufficiente il rafforzamento delle politiche pubbliche, né l’ampliamento dell’azione del mercato, per rilanciare la crescita economica e favorire il progresso sociale occorre una profonda riorganizzazione dei servizi economici e sociali secondo il principio della sussidiarietà, dando nuovo impulso e slancio alle cosiddette “ iniziative dal basso” che, è bene precisarlo, a tutt’oggi sono state considerate marginali o al più integrative rispetto alle funzioni  esercitate dagli enti pubblici “

A sostenerlo è Michele Napoli, Presidente del Gruppo Consiliare Forza Italia, con riferimento alla Prima Conferenza regionale dei Service Lions che si terrà domani presso la sala del Consiglio Regionale di Basilicata e che intende esplicitare il significato della legge regionale varata lo scorso settembre in tema di “ sussidiarietà orizzontale “.

“Promuovere e favorire l’impegno diretto dei cittadini”, ha proseguito Napoli, “ è fondamentale per garantire vecchi e nuovi bisogni sociali in tema di assistenza socio-sanitaria, lotta all’emarginazione, contrasto alle nuove e crescenti povertà e migliori servizi in favore di chi convive con il fenomeno delle disabilità”.

E’ questo lo scopo della nostra legge, ha spiegato l’esponente azzurro, perché non sta scritto da nessuna parte che solo ciò che è statale o regionale può svolgere una funzione pubblica, né che il concetto di “pubblico” debba necessariamente coincidere con quello di “statale o regionale”

Sussidiarietà significa dunque valorizzare lo spirito di solidarietà che è all’interno di ciascuno di noi e fare in modo che enti pubblici, cittadini ed associazioni collaborino nel soddisfacimento delle esigenze sociali.

Un principio e un valore, la sussidiarietà, che a tutt’oggi non sempre siamo riusciti a valorizzare come testimonia la vicenda riportata qualche tempo fa dalla stampa e relativa ai condomini di uno stabile del comune di Milano che avevano deciso di intervenire a proprie spese per riparare una buca sulla strada antistante il condominio stesso e che sono stati multati da un vigile urbano per aver effettuato i lavori in assenza delle necessarie autorizzazioni.

Una vicenda paradossale, che la dice lunga sulla capacità delle istituzioni di “ promuovere l’iniziativa dei cittadini, singoli e associati, nello svolgimento delle funzioni pubbliche” e che pretende una svolta reale, a vantaggio di tutti, perché espressione di una reale progettualità politica piuttosto che partitica.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*