PISTICCI – MA CHE BELLA LA MOSTRA DEI PRESEPI ARTIGIANALI!

PISTICCI. Tra i lavori presepiali in mostra nel nostro territorio, meritano particolare attenzione quelli in esposizione nella sala consiliare di piazza Umberto I° dove è possibile ammirare quella che è la vera  grande arte dei presepi pisticcesi.   Una tradizione che ormai va avanti da  anni e sempre con la scoperta di piacevoli interessanti novità. La mostra,  allestita con  cura  dal suo artista ideatore Dino Durante e da sua  figlia qStefania, non meno brava del papà., quest’anno registra la partecipazione di altri artisti come  Antonietta Pastore, Teresa Laviola, Antonio Lapenna  e Giovanni Laviola. Un bel numero di  apprezzati lavori di varie dimensioni, artigianalmente realizzati in cui è possibile  cogliere  il significato mistico della festa del Santo Natale, attraverso la riscoperta di questa  antichissima  forma di arte sacra, quale è appunto il presepe. Una lodevole iniziativa, quella della famiglia Durante, assecondata da altri validi artisti della nostra città che ci offrono una scenografia  affascinante, realizzata con arte  e abile maestria, senza lasciare nulla al caso, già parecchio apprezzata dai vari  visitatori dei giorni scorsi e da   diversi forestieri  di passaggio. Interessanti i magici giochi di luce, ma anche di  suoni e di colori, di ruscelli e di paesaggi, attraverso cui si rivivono  grandi  momenti di fede, rivisitando anche trascorsi ormai scomparsi di vita  e di lavoro della comunità agricola che circondano i luoghi della natività. sLa grotta di Betlemme, ma anche la vita dei contadini e artigiani  nei loro luoghi di lavoro, pastori, pecore, Magi con i loro doni da offrire al Bambino Gesù,  strade e case imbiancate di neve. Il tutto sviluppato su un’ampia area di diverse diecine di metri quadri,  magnificamente illuminata in cui trova spazio lo straordinario presepe di un apprezzato artista materano, Michelangelo Pentassuglia, che quest’anno ha voluto dedicare il suo lavoro natalizio alla nostra città. Una vera e propria  mobilitazione artistica quindi,  per un’ affascinante, naturale piacevole scenografia in cui si ha la possibilità della  riscoperta del  binomio antichità – tradizione, di quei valori che rappresentano un legame inscindibile con le nostre radici. L’iniziativa è inserita nel cartellone delle festività natalizie dell’Assessorato alla Cultura e Biblioteche Comunali, allestita dall’Associazione Culturale La Rinascente di Donato Vena che fa contenti grandi e piccini con la proiezione di film e altro. La mostra  rimarrà aperta tutte le sere dalle 17 alle 21, fino al  6 gennaio giorno della Epifania.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*