SBLOCCO FONDI. POLESE (PD): “Ottimo risultato. Diamo forza alla nostra visione di sviluppo”

Il consigliere regionale Mario Polese (Pd) nell’esprimere la soddisfazione per lo sblocco delle risorse rinvenienti dall’ex card carburanti, sottolinea l’importanza degli interventi finanziati. 

Un atto importantissimo per dare tante risposte ai più deboli. La firma del protocollo d’intesa tra Regione,Ministeri dello Sviluppo economico e Finanze ci consente di mettere in campo misure che interpretano al meglio la linea politica e programmatica del governo regionale guidato dal Presidente Marcello Pittella. 

Sviluppo e coesione sociale sono infatti i due pacchetti che sono stati finanziati grazie alla riconversione della ex card carburanti e con i quali partiranno da subito misure lungimiranti e che permettono di dare risposte alle tante esigenze della società lucana. 

Penso anzitutto al reddito minimo di inserimento, una misura rilevante di sostegno al reddito e di inclusione che non solo darà ristoro a tante famiglie lucane ma che mira al reinserimento lavorativo dei beneficiari. Perché nessuno dev’essere lasciato indietro, convinto come sono che non c’è cultura senza solidarietà e che c’è invece la necessità di una cultura della solidarietàe il fondo di coesione per i comuni sotto i 3000 abitanti attraverso il quale si andrà incontro alle esigenze delle nostre piccole comunità, spesso anche in difficoltà di bilancio. 

Dall’altro lato, pari importanza è attribuita agli interventi che favoriranno l’occupazione e l’innovazione. Il protocollo siglato infatti prevede una dotazione finanziaria per la creazione di occupazione stabile, interventi per l’industria 4.0, ed interventi di risparmio energetico e mobilità sostenibile. 

Con lo sblocco dei fondi e la loro puntuale suddivisione diamo gambe alla programmazione del governo Pittella. Ascolto, pazienza e tenacia sono state premiate e sono convinto sarà solo il primo passo per raccogliere i frutti di quanto stiamo tutti insieme seminando dal nostro insediamento. 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*