Le Grotte di Pertosa-Auletta “cardioprotette”

Al via progetto di cardioprotezione del sistema MIdA

Oggi l’Associazione Onlus “Carmine Speranza” consegnerà un defibrillatore

 

Sabato 17 dicembre 2016 – Le Grotte di Pertosa-Auletta entrano nel novero delle grotte d’Italia “cardioprotette”. Un traguardo importante, che arricchisce così la qualità dei servizi offerti dalla Fondazione MIdA ai visitatori dell’affascinante sito speleo-archeologico.

Oggi, infatti, l’Associazione Onlus “Carmine Speranza” consegnerà un defibrillatore semiautomatico alle Grotte al termine del corso di formazione per primo soccorso BLSD “Sintonizzati sul cuore”.

L’incontro formativo si terrà, a partire dalle ore 14.30, presso l’auditorium del Museo MIdA01 per il modulo teorico e presso il Museo MIdA02 per il modulo pratico. L’appuntamento è stato organizzato dalla Fondazione MIdA, dalle Associazioni “Onlus Carmine Speranza”, “Mediterraneo: il mare che unisce” e dall’A.S.D. “DECA Sport per tutti”.

Il corso è aperto a tutti e ha l’obiettivo di diffondere le tecniche di primo soccorso. BLSD, nello specifico, e’ la sigla “Basic Life Support – Defibrillation” che indica le manovre da compiere per intervenire in caso di arresto cardiaco, un evento che colpisce nel mondo occidentale centinaia di migliaia di persone ogni anno. I dati degli studi clinici hanno dimostrato che queste persone, se soccorse prontamente ed in maniera adeguata, hanno buone probabilità di ripresa. Per questo è fondamentale riconoscere la situazione di emergenza e, in attesa dell’arrivo dell’ambulanza, agire con manovre che sostituiscono le funzioni vitali interrotte (BLS: Basic Life Support ovvero supporto di base delle funzioni vitali ) e, se è disponibile un defibrillatore, tentare di ripristinare il battito cardiaco con la defibrillazione. Secondo la vigente legislazione nel campo della defibrillazione, in caso di emergenza ogni cittadino – anche non sanitario, con un’adeguata formazione di rianimazione cardiopolmonare – può prestare soccorso utilizzando questo tipo di apparecchiature.

A conclusione del corso, l’Associazione Onlus “Carmine Speranza” consegnerà presso lo Speleobar un DAE (defibrillatore semiautomatico) alle Grotte di Pertosa-Auletta, che da sabato offriranno anche il servizio di “cardioprotezione”.

L’incontro con l’associazione ʽCarmine Speranzaʼ – spiega il presidente MIdA Francescantonio D’Oriliaè stato fondamentale per avviare un progetto di cardioprotezione dell’intero sistema MIdA: oggi iniziamo dalle Grotte che accolgono migliaia di visitatori all’anno”.

Si svolgerà, infine, una riunione dell’Associazione “Mediterrano: il mare che unisce”, aperta a nuove adesioni.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*