SUONI NEL BASENTO: GOSPEL, JAZZ E SCARPE DA BALLO

Potenza, 15 dicembre ’16 – Si scaldano i motori per l’evento musicale targato Pro Loco Potenza. La Rassegna, che anche quest’anno può pregiarsi della quanto mai fortunata collaborazione con Basilicata Circuito Musicale per qualità dell’offerta e relativa risposta del pubblico, ha in programma tre concerti per tre giorni consecutivi, dal 19 al 21 di questo mese.

Teatro della manifestazione: il Francesco Stabile di Potenza con ingresso alle ore: 20.30 e sipario alle 21,00. Gli artisti che si esibiranno: il prossimo 19 dicembre, torneranno graditissimi ospiti della Pro Loco l’Orchestra ICO della Magna Grecia questa volta insieme a Nate Brown Gospel & One Voice. Il 20 sarà la volta degli allievi del Liceo statale artistico, musicale e coreutico di Potenza con Orchestra e corpo di ballo, il titolo dello spettacolo è Stelle di Natale. Si chiude il 21 con Roma Swing Ensamble che porta in scena “Mina in jazz”. Per quei pochi che ancora non la conoscono, stiamo parlando di Suoni nel Basento edizione 2016.

“E’ da qualche anno ormai che la Rassegna ha tolto i bermuda per indossare il cappotto e, lasciandosi alle spalle la consueta atmosfera estiva, rientrare quest’anno in particolare nel cartellone di “Potenza Magia di eventi – Natale 2016” voluto dal Comune di Potenza e con il sostegno della Regione Basilicata, per arricchirlo ancora”. A dirlo è Il presidente dell’Associazione Potentina, Antonio Barbalinardo. “Un cambiamento che ha innescato un’opportunità, subito colta, di approcciare stili e suggestioni musicali adatti principalmente all’ascolto in teatro. Ciò in cui la manifestazione rimane, invece, saldamente uguale a se stessa è l’intento di celebrare la musica come leva per abbattere barriere linguistiche, culturali persino religiose, perché, quando è bella e ben fatta, la musica arriva anche alle orecchie di chi “non vuol sentire”.

Solo in questo modo nei suoi 23 anni e nelle diverse edizioni, Suoni nel Basento ha consentito alla Pro Loco Potenza di scritturare artisti più che validi e portatori di generi musicali estremamente eterogenei. Il nostro maggior impegno va sempre alla creazione di un cartellone fresco e intrigante.

Alla richiesta di anticipazioni sul concerto di apertura di Suoni nel Basento, Barbalinardo risponde: “Nate Brown nasce sassofonista e negli anni colleziona esibizioni con pezzi da novanta del jazz che gli vanteranno autorevoli riconoscimenti della critica specializzata. Dal 2008 dirige il coro della First Baptist Missionary Church con la formazione “One Voice”. Quando cantano a cappella sono in grado di dimezzare l’effetto della forza di gravità per anima e corpo così di parecchio più vicini alla gioia e per chi crede a Dio. Immaginate cosa saranno capaci di fare, accompagnati dall’Orchestra ICO della Magna Grecia, famosa per bravura e spregiudicatezza nel aprire la Sinfonica alle nuove categorie musicali”.

Lo imbecchiamo perché ci dia altre anticipazioni ed ecco: “Mina tribute è un’originale rilettura di alcuni fra i più famosi brani dell’artista cremonese. Un percorso emozionale in chiave jazz attraverso pezzi come Non credere, Un’estate fa, Se telefonando, amor mio. Front line del quintetto, Sara Schettini.”

Anche quest’anno Suoni nel Basento è amica di Viva Ale, la Fondazione intitolata alla giornalista lucana, Alessandra Bisceglia, ed impegnata nella ricerca e nella cura delle patologie vascolari rare in età pediatrica.

Il Presidente Pro Loco Potenza

Antonio Barbalinardo

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*