PD: MARGIOTTA, SUL NO QUALCUNO HA LAVORATO PER IL RE DI PRUSSIA

Renzi coerente, legislatura sopravvissuta per le riforme non può sopravvivere al loro fallimento”

“Non solo i sondaggi, ma i numeri assoluti dimostrano che la stragrande maggioranza degli elettori PD ha votato per il Si; ovvio che va recuperata la sintonia con chi ha deciso diversamente, al di là delle posizioni della minoranza, che non può nemmeno intestarsi quei voti, frutto quasi sempre di autonoma scelta. Anzi, deve essere chiaro che il dividendo politico del voto al No é di Grillo, e in misura minore del centrodestra: dunque, é il caso di dire che qualcuno nel PD ha lavorato per il Re di Prussia>>. Replica a Speranza il Senatore Salvatore Margiotta nel corso del suo intervento alla Direzione nazionale del Pd e poi sul voto al Sud, dopo avere analizzato le condizioni di contesto socio-economico che lo hanno prodotto, ha aggiunto: “E’ tempo che il PD comprenda che al Mezzogiorno esistono, nel partito, persone competenti e radicate, che non coincidono con  capi bastone clientelari ma neppure con dirigenti improvvisati”. Il senatore lucano si è soffermato poi sull’imminente futuro, “Matteo, da vero e coerente leader, si é dimesso nonostante avesse la maggioranza in Parlamento. La road map individuata é quella giusta: governo, Congresso, nuova legge elettorale, voto. Non si può tergiversare. Sotto il profilo politico questa legislatura, é finita: nata male é sopravvissuta per le riforme, ma non può sopravvivere al fallimento delle riforme”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*