L’AIL scende in piazza con le sue STELLE DI NATALE e con un numero verde 45518 per sostenere il servizio di “Day Hospital nei Centri Ematologici italiani”

Tornano le Stelle di Natale Ail nelle principali piazze lucane.

Giovedì 8 Dicembre, Venerdi 9, Sabato 10 e Domenica 11  l’Associazione Italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma sezione “F. Pepe” di Potenza, in contemporanea nazionale, sarà  in più postazioni nella città di Potenza e  nei principali centri della provincia potentina con la più importante campagna di sensibilizzazione per la raccolta fondi da destinare alla ricerca scientifica e all’assistenza ai malati.

Quest’anno la manifestazione assume un rilievo particolare perché si sta svolgendo una importante campagna di informazione a livello nazionale, infatti da Venerdì 2 a Giovedi  8 Dicembre, i programmi TV e Radio della Rai inviteranno il pubblico a sostenere l’Associazione acquistando una piantina natalizia nelle piazze e donando da fisso e da cellulare attraverso il numero 45518 (attivo dall’1 al 18 dicembre) per sostenere il  servizio di “Day Hospital nei Centri Ematologici italiani”.

L’ospedale diurno offre tutti i vantaggi delle cure in ospedale dando ai pazienti l’opportunità di tornare nell’ambiente familiare durante la terapia e la possibilità di vivere la loro vita regolarmente, per quanto possibile.

Grazie al sostegno di tutti sarà possibile acquistare beni necessari a migliorare la funzionalità delle strutture, rendendole sempre più accoglienti, e potenziare il personale socio-sanitario.

Contribuirete così a rendere il tempo passato dai pazienti nei Day Hospital il più confortevole possibile.

Sul Territorio Potentino i fondi raccolti in questa manifestazione serviranno anche per realizzare un altro grande progetto “ la 2a CASA –ALLOGGIO AIL” .

Potenza offre ormai da anni una bellissima residenza, dotata di ogni confort, con 8/9 posti letto, sita a due passi dall’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo. L’ospitalità è completamente gratuita e destinata sia ai pazienti in day ospital , sia ai familiari di pazienti ricoverati che giungono, per lo più, dalla provincia. Migliorare la qualità di vita del malato e delle loro famiglie è uno degli obiettivi dell’AIL.

L’Associazione  lavora costantemente, da anni, per cercare di creare strutture e servizi che vadano incontro alle necessità di chi soffre.
Le Case AIL oggi realizzate rappresentano un passaggio importante nel percorso dell’Associazione verso l’obiettivo finale: dotare ciascun centro di cura di una propria residenza. La seconda residenza è frutto di una donazione liberale di una Sig.ra potentina che ha deciso di affidare alla Sezione Ail di Potenza la realizzazione di questo altro grandioso progetto per la città di Potenza, soprattutto per la Provincia e per tutti coloro che si affideranno alle cure dell’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo. La seconda residenza  si trova anch’essa in Via Ciccotti ovvero a pochi passi dalla residenza già in funzione da diversi anni . Dopo la realizzazione dei lavori che si renderanno necessari per adattarla alle esigenze degli ospiti, l’intento è quello di metterla a disposizione non soltanto dei pazienti ematologici ma anche di tutti coloro che afferiranno ad altri reparti e che ne faranno richiesta. I posti letto raddoppieranno e potranno essere accolte sempre più richieste.

Lo scorso anno le donazioni effettuate con il numero solidale durante la campagna stelle di Natale 2015 hanno fruttato, alla sezione di Potenza, € 23.000,00 che saranno impiegati per contribuire alla ristrutturazione della nuova residenza.

 

Le sezioni Ail Provinciali che offrono il servizio ‘Casa AIL’, divise per Regione, sono 36 su 89 e tra queste vi è quella di Potenza a servizio del territorio potentino, molto spesso così impervio e con molti centri abitati distanti e difficili da raggiungere rispetto al luogo di cura. La casa ail ed il servizio di deospitalizzazione domiciliare hanno un valore aggiunto che va difeso e tutelato per ogni ammalato che conta su questi servizi.

L’invito a manifestare il proprio sostegno proviene dal Presidente dell’Ail del capoluogo lucano, Maria Iolanda Ricciuti, insieme all’intero Consiglio direttivo e ai medici e infermieri.

Il loro messaggio per il Santo Natale è di continuare sulla strada della solidarietà ricordando tre punti di forza dell’Associazione:

 

  • L’associazione non beneficia di alcun contributo pubblico ma i proventi derivano esclusivamente dalle donazioni liberali e dal ricavato delle manifestazioni realizzate;
  • Tutti i servizi offerti sono completamente gratuiti;
  • La trasparenza con cui vengono utilizzati i fondi, nello stesso territorio provinciale dove vengono raccolti, è alla base del nostro modo di operare.

 

A Potenza si potrà acquistare la Stella di Natale e anche altri prodotti Ail in :Piazza Mario Pagano, Largo Duomo, Piazza Don Bosco , Rione Murate, Piazzale Aldo Moro, Piazza Don Colucci, Via Gavioli, Via Cavour, Rione Betlemme,  Rione Macchia Romana, C.da Giuliano, presso l’Ospedale San Carlo, il Centro Commerciale Iperfutura, il  Centro Commerciale Polo Acquisti “Lucania” a Tito Scalo.

Inoltre i banchetti Ail saranno situati presso i sagrati delle chiese.

I comuni del potentino che hanno aderito alla campagna Stelle di Natale 2016 sono: Abriola- frazione Arioso, Acerenza, Albano di Lucania, Atella, Avigliano, frazione Possidente e frazione Lagopesole, Barile, Bella e frazione S. Cataldo, Brindisi di Montagna-Calvello, Calvera, Cancellara, Castelgrande, Castelluccio Superiore, Castelmezzano, Castelsaraceno , Cersosimo, Fardella, Filiano, Francavilla, Genzano di L., Ginestra, Lagopesole, Lagonegro, Laurenzana, Lauria, Lavello, Maratea, Marsico Nuovo,  Villa d’Agri, Maschito, Melfi, Noepoli, Oppido, Palazzo San Gervasio, Paterno, Picerno, Frazione S. Nicola di Pietragalla e S. Giorgio di Pietragalla, Pignola, Possidente, Rapolla, Ripacandida, Rivello, Roccanova, S.Angelo le Fratte, S. Chirico Nuovo, Sant’Arcangelo, Sarconi, Sasso di Castalda, Satriano di L., Savoia di Lucania, Senise, Spinoso, Teana, Terranova del P., Tito, Tolve, Tramutola, Vaglio e Viggiano.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*