Il Regista di “Mary Magdalene” ringrazia Matera: “Ho capito perché Pasolini l’aveva amata tanto”

2013 Sundance Portrait - Top of the Lake

Una lettera nella quale si richiamano  il rapporto profondo che Pier Paolo Pasolini visse con Matera e  il modo in cui la città rappresenta la magia dell’antica Gerusalemme.

Questi alcuni dei passaggi della lettera  che il regista Garth Davis, che ha diretto “Mary Magdalene”, ha inviato all’amministrazione comunale e alla Lucana Film  Commission e nella quale scrive: “Matera è la sede spirituale di Gerusalemme al cinema. Ho pensato spesso a Pasolini nel corso della lavorazione e ho compreso perché egli aveva amato  così tanto Matera per il suo film…sembra proprio l’antica Gerusalemme.

Il luogo è magico, antico e ultraterreno, con rovine e una città drammaticamente incontaminate.

Ho apprezzato profondamante tutta la collaborazione che abbiamo avuto, il film non sarebbe stato lo stesso in un altro luogo e spero che questa città mantenga il suo spirito incontaminato e bellissimo”.

Garth Davis

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*