I “Segni” di Attilio Bixio a Gocce d’autore

Si inaugura sabato 26 novembre alle 19,00 la mostra fotografica di Attilio Bixio presso il circolo  culturale Gocce d’autore in via Pretoria 222/224 a Potenza. “Segni. Geometrie di luoghi (non) comuni” è il titolo della personale dedicata alle tracce dell’attività dell’uomo sul paesaggio e sulle forme che vi si possono scorgere.
Articolata in 5 sezioni, Attilio Bixio, ingegnere e fotografo potentino, racconta la relazione tra gli spazi e l’uomo nei vari ambienti osservati dallo speciale obiettivo.
Dai paesaggi minimi si passa a quelli rurali, ai marini, agli urbani, fermando in ogni singolo scatto la geometria creata tra il prodotto dell’uomo e l’ambiente e tra l’uomo e il circostante. Immagini suggestive che colgono il portato di culture, di storie, di architetture proponendole in una successione progressiva che eleva il ritmo della narrazione. L’infinito è il sottofondo su cui si incunea l’atto creativo dell’uomo che dai micro insediamenti giunge alle megalopoli. Su tutti il suo segno.
Attilio Bixio si occupa di fotografia sin da ragazzo. Il suo ambito di riferimento è il paesaggio urbano, l’architettura, il paesaggio naturale e di tanto in tanto fa incursioni nella fotografia street e still life. Numerosi i riconoscimenti ottenuti, ricordiamo quelli ricevuti nel 2016 al Lensculture Emerging Talent Awards: Editor Pick per la serie “Minimal Landscape. Ha ottenuto le Menzioni d’onore nella categoria “Fine art – Landscape” con la serie di fotografie “Minimal Lands” all’International Photografy Awards, nella categoria “Fine art – Landscape” con la serie di fotografie “Farmhouses and trees” e “Architecture – cityscapes” con la serie “Matera” al Moscow International Foto Awards. Ha inoltre partecipato a collettive di fotografia a Firenze e in Basilicata.
La mostra “Segni. Geometrie di luoghi (non) comuni” resterà aperta fino al prossimo 10 dicembre con orari di apertura dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 20,30 tutti i giorni, domenica compresa.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*