MATTINATE FAI PER LE SCUOLE: una visita a misura di studente

Visite straordinarie per le scuole a cura degli Apprendisti Ciceroni® del FAI

da lunedì 28 novembre a sabato 3 dicembre 2016

I LUOGHI APERTI IN BASILICATA

Giungono alla V edizione le Mattinate FAI per le scuole, il grande evento nazionale che il FAI – Fondo Ambiente Italiano dedica al mondo della scuola, dove gli studenti si mettono in gioco in prima persona per scoprire e far scoprire le loro città.

Da lunedì 28 novembre a sabato 3 dicembre 2016, infatti, la Fondazione invita gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado a conoscere il patrimonio storico e artistico delle loro città, accompagnati da altri studenti, gli Apprendisti Ciceroni, appositamente preparati dai volontari FAI e dai loro docenti.

Grazie alle Delegazioni FAI attive su tutto il territorio nazionale saranno aperti gratuitamente e in esclusiva per le classi 190 luoghi poco conosciuti e spesso chiusi al pubblico, in 113 città d’Italia. Gli studenti avranno così l’occasione di partecipare a visite condotte da loro coetanei e di vivere un’insolita e coinvolgente esperienza di “educazione tra pari”.

Novità assoluta di questa edizione delle Mattinate FAI per le scuole: sabato 3 dicembre molti siti saranno visitabili a contributo libero anche dalle famiglie. Un’occasione straordinaria per passare una giornata insieme ai propri cari all’insegna di arte e natura.

Quest’anno, per la prima volta, il progetto è sostenuto dall’importante contributo di Gruppo Autogas Nord, azienda già vicina al FAI in qualità di Corporate Golden Donor, e si avvale della collaborazione della Rappresentanza regionale a Milano della Commissione europea, del Patrocinio del Consiglio Regionale della Lombardia e della partecipazione di ANP – Associazione Nazionale dei Dirigenti e delle Alte Professionalità della Scuola.

I LUOGHI APERTI IN BASILICATA:

MATERA

Chiesa di Santa Maria della Valle

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni dell’IIS Duni Levi

La Chiesa rupestre di Santa Maria della Valle è ubicata lungo l’antica via Appia in località la Vaglia, antico casale di Matera. Deve il nome alla ricca presenza di vegetazione arborea nelle immediate pertinenze. Il paesaggio che le fa da sfondo viene connotato infatti come “valle verde”, in una iscrizione posta accanto all’immagine di Santa Caterina nella navata centrale. Il primo impianto della chiesa si data all’VIII secolo. Le notizie successive portano al tardo XIII secolo, epoca in cui fu realizzato in muratura il fianco occidentale, unica parte costruita, opera del maestro Leorio da Taranto. Al suo interno custodisce affreschi di varie epoche, mentre l’esterno è caratterizzato da uno straordinario prospetto laterale collocato lungo la navata destra con quattro portali uno diverso dall’altro. Chiusa al culto nel 1756 perché degradata nelle strutture, la chiesa è andata incontro al totale decadimento. È stata oggetto di interventi di restauro negli anni Duemila, ma attualmente è chiusa al pubblico.

Il bene sarà aperto alle scuole lunedì 28, martedì 29 e mercoledì 30 novembre, dalle ore 9.00 alle 14.00.
Sabato 3 dicembre speciale apertura per le famiglie dalle ore 9.00 alle 14.00.

BERNALDA (MT)

Convento e Chiesa di Sant’Antonio da Padova

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni dell’I.I.S. Bernalda-Ferrandina (classi IV e V sez. A)

Il Convento fu costruito nel 1615-1616 con l’assenso dell’Arcivescovo di Acerenza-Matera. Nel corso dei secoli il complesso subì numerose modifiche e ampliamenti che cambiarono il suo originario impianto, fu costruita la torre dell’orologio, aggiunti due corpi di fabbrica a sud e ridefinita la facciata principale rivolta sulla piazza antistante. Sulle pareti perimetrali del chiostro erano presenti degli affreschi che oggi si possono ancora intravedere, mentre sul porticato si sviluppa il corridoio di accesso alle celle, che conservano dimensioni e spazi originari. La Chiesa di Sant’Antonio, costruita contemporaneamente al convento, aveva da principio una sola navata centrale, ma nel 1684 fu aggiunta la navata laterale destra, raggiungendo così un numero di 8 altari.

Il bene sarà aperto alle scuole sabato 3 dicembre, dalle ore 9.00 alle 13.00.
Sabato 3 dicembre speciale apertura per le famiglie dalle ore 9.00 alle 13.00.

FERRANDINA (MT)

Chiesa e Complesso monumentale di San Domenico

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo Scientifico di Ferrandina dell’I.I.S. Bernalda

La Chiesa di San Domenico, realizzata su progetto del regio ingegnere della città di Napoli Michelangelo De Blasio nel 1730, con la sua maestosa cupola rivestita di maioliche, è simbolo della città. Al suo interno presenta dipinti di scuola napoletana, stucchi, opere lignee, l’organo settecentesco appena restaurato e sculture. Suggestivi i sotterranei affrescati, destinati alla sepoltura dei frati.

Il bene sarà aperto alle scuole lunedì 28 e martedì 29 novembre, dalle ore 8.30 alle 13.00.

PIETRAGALLA (PZ)

Parco Urbano dei Palmenti

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni dell’Istituto Comprensivo Pietragalla.

Il Parco dei Palmenti è costituito da un insieme di strutture edificate a partire dal XIX secolo per la vinificazione. Al loro interno sono ancora visibili gli ambienti nei quali tale procedimento avveniva, prima di trasportare il vino nelle cantine poste nel centro storico del paese. Di recente ristrutturazione, i Palmenti di Pietragalla costituiscono testimonianza singolare delle tradizioni vinificatorie da tutelare e tramandare ai posteri.

Il bene sarà aperto alle scuole sabato 3 dicembre, dalle ore 10.00 alle 13.00.
Sabato 3 dicembre speciale apertura per le famiglie dalle ore 10.00 alle 13.00.

Per informazioni sui beni aperti e per le prenotazioni delle visite: www.mattinatefai.it

Ufficio Stampa FAI

Simonetta Biagioni – stampa – tel. 02.467615219 s.biagioni@fondoambiente.it

Novella Mirri – radio e tv – tel. 06.68308756; n.mirri@fondoambiente.it

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*