Ance Basilicata ed e-Distribuzione promuovono la cultura della sicurezza

Seminario tecnico “I rischi elettrici nei cantieri edili”

 

POTENZA 18 novembre 2016 – Gli incidenti dovuti a contatti accidentali con attrezzature o allestimenti con linee elettriche sono ancora oggi tra i più diffusi sui cantieri edili e, per di più, nella maggior parte dei casi si rivelano mortali. Ance Basilicata ed e-Distribuzione – la società del gruppo Enel che gestisce le reti di distribuzione – hanno voluto dedicare al tema un seminario tecnico specifico per contribuire a sensibilizzare all’argomento e promuovere la cultura della sicurezza. Legislazione e norme tecniche in materia, distinzione tra le varie installazioni elettriche e relative misure di sicurezza, rischi ed effetti derivanti dall’eventuale contatto accidentale  con impianti elettrici e soprattutto cosa fare in caso di incidente: sono questi alcuni degli argomenti trattati nel corso dell’iniziativa rivolta agli imprenditori edili che si è svolta questo pomeriggio presso la sede di Potenza di Ance Basilicata.

Obiettivo, quello di trasferire uno standard di buone pratiche attraverso l’adozione di metodologie e procedure per una corretta gestione dei rischi derivanti da interferenze con le reti elettriche.

“Il particolare rilievo che attribuiamo al seminario di oggi – ha dichiarato il presidente Ance Basilicata, Vincenzo Auletta, nei saluti che hanno aperto i lavori – è legato al grande impegno che Ance Basilicata, sia come sistema di rappresentanza delle imprese di costruzione, sia attraverso l’azione specifica degli appositi organismi paritetici di settore,  ha sempre riservato alle tematiche della sicurezza. Qualsiasi iniziativa finalizzata a promuovere e rafforzare l’informazione e la formazione delle imprese sulla necessità di adottare procedure di lavoro adeguare agli standard normativi di settore e alla massima prevenzione del rischio ci trova in prima linea”.

A tenere la relazione tecnica, il responsabile Basilicata di e-Distribuzione spa, Antonio D’Alessandro. “Gli episodi negativi – ha detto nel corso del suo intervento – devono aiutare a migliorare i propri comportamenti ed evitare che si verifichino ancora incidenti in futuro. Conoscere, per evitare che accada ancora. Nei cantieri edili è fondamentale conoscere le linee elettriche aeree o interrate per evitare che qualsiasi mezzo e strumento vi entrino in contatto, nonostante queste siano sempre poste a distanza di sicurezza. Controlli e prevenzione devono essere accompagnati da formazione continua che non deve essere considerata semplice lezione in aula ma un incontro dal quale fare emergere anche proposte e contributi da parte di tutte le persone coinvolte al fine di arricchire l’esperienza comune. Lavoratori Enel, personale delle ditte appaltatrici, lavoratori terzi devono continuare ad essere coinvolti indistintamente per convergenza di intenti e disponibilità”.

Tutte le iniziative per la sicurezza sul lavoro realizzate da e-distribuzione rientrano nel programma “Zero infortuni” di Enel. Un obiettivo che l’azienda si prefigge a livello internazionale, in tutte le proprie unità e che agisce sulla promozione della cultura della sicurezza, miglioramento dei processi e dei rapporti tra appaltatori e fornitori, comunicazione efficace, reazione tempestiva agli eventi, migliore formazione, pianificazione e chiarezza degli obiettivi, prevenzione strutturale dei luoghi di lavoro, organizzazione della sicurezza e condivisione delle esperienze.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*