I Dirigenti Regionali del CoR, Scarcia e Lauria alla “Convenzione Blu” di Fitto

unnamed-8Il centrodestra ha bisogno di certezze e di concretezza. Bisogna ridisegnare la mappa politica del centrodestra per diventare l’alternativa al governo di Renzi e al centrosinistra che ormai fa acqua da tutte le parti.

La Convenzione Blu, alla quale abbiamo preso parte insieme al deputato Cosimo Latronico, e oltre 100 delegati, provenienti  da diversi centri della Basilicata, ha fornito le basi per costruire un nuovo progetto unitario di Centrodestra che vede la politica con la P maiuscola al centro, quella Politica in grado di fornire agli italiani la fiducia ormai persa verso le Istituzioni.”

Così commentano la partecipazione alla “Convenzione Blu” organizzata dal leader Raffaele Fitto il 5 e 6 Novembre a Roma, i Dirigenti regionali del CoR, Antonello Lauria e Massimiliano Scarcia.

Oltre 4mila iscritti, circa 2700 partecipanti, cento sigle di ogni tipo pronte ad aderire alla Convenzione – continuano i Dirigenti regionali – sono un chiaro segnale della voglia del centrodestra di essere ancora protagonista della vita politica italiana, di uscire da quell’ambiguità che lo sta attanagliando cercando di dare concretezza ai suoi progetti e alle sue idee. Solo così il centrodestra potrà ripartire e affermarsi come l’unica alternativa valida al Governo Renzi.”

L’appello di Fitto durante la convention – continuano – è stato chiaro: “Chiediamo di partecipare e di dire la propria opinione,” un chiaro segnale di apertura e di confronto con i cittadini, quel confronto che invece sembra essersi perduto nei meandri delle stanze buie del Palazzo.

Ridare luce invece a quelle stanze, questo è il nostro obiettivo e vogliamo farlo attraverso la partecipazione, attraverso il dialogo con proposte e progetti che mirino a rilanciare l’Italia. “

Ringraziamo – concludono Lauria e Scarcia – il deputato Cosimo Latronico con il quale abbiamo sposato i principi del CoR per tracciare una nuova mappa per il centrodestra e la due giorni di Roma appena trascorsa, l’entusiasmo respirato nella grandissima sala dell’Hotel The Church Village stracolma ci conferma che siamo sulla strada giusta.”

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*