CRACO PESCHIERA APRE NUOVO CINEMA

CRACO PESCHIERA. In controtendenza con altri centri, Craco Peschiera ha recentemente aperta una nuova sala cinematografica-teatrale. La nuova struttura è stata realizzata dall’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Giuseppe Lacicerchia che ha ristrutturato dei vecchi locali all’interno del Palazzo della Cultura, utilizzando fondi del Pois Feer per circa 300 mila euro e mutuo di 90 mila euro finanziato al 50% con fondi messi a disposizione della Regione di Basilicata. La nuova sala è stata intitolata all’attore Gian Maria Volontè che, come si ricorderà impersonò Carlo Levi, in un film girato anche nell’abitato di Craco. La nuova struttura è gestita dalla società del posto, “Cracoricerche srl” che si avvale della cooperativa Montedoro, il cui responsabile è il sig. Pasquale Ragone per la gestione di due serate di proiezione settimanale. In particolare la programmazione prevede la proiezione di film nei giorni di venerdì e domenica. Alle ore 17,30 si potrà assistere alla visione di un film per ragazzi e bambini, mentre alle ore 20,30 la pellicola è riservata ad un pubblico adulto. La sala comprende una settantina di posti a sedere con comodissime e modernissime poltrone e un ottimo impianto audiovisivo. Craco Peschiera quindi, in controtendenza con altri comuni della nostra regione, ha coraggiosamente aperto una nuova sala cinematografica, unica con quella di Policoro, in tutto il metapontino. Si resta comunque in attesa dell’apertura della nuova sala cinematografica – teatrale di Piazza Elettra a Marconia, chiusa ormai da diversi lustri ed ora ristrutturata e ammodernata ( ha interessato le amministrazioni Bellitti-Leone e Di Trani che l’ha portata a termine) e ormai pronta per essere riattivata dalla Giunta Verri. Sala cinematografica che comunque negli anni 70, grazie all’impegno ed operosità del gestore locale l’imprenditore Pasqualino Silletti, fu per diverso tempo all’avanguardia della programmazione cinematografica con la proiezione di film di primissima visione che richiamavano tantissimi spettatori da tutto il materano.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*