Presentata la nostra proposta di legge sul riconoscimento della Encefalomielite Mialgica (ME) e della Fibromialgia quali malattie rare

Ci sono malattie che, per lo Stato, non sono malattie. Sono debilitanti, invalidanti; i soggetti che ne sono colpiti spesso non possono lavorare, sono limitati nella vita di relazione; ma lo Stato non si cura di loro.

Abbiamo presentato una proposta di legge per il riconoscimento della Encefalomielite Mialgica, più comunemente conosciuta con il nome di Sindrome da Fatica Cronica, e della Fibromialgia quali malattie rare.

È un piccolo ma significativo passo per spingere il Governo nazionale a prendere in considerazione queste patologie al pari di altre. Per i malati da sindrome da fatica cronica e da fibromialgia non c’è esenzione dal ticket, non ci sono permessi per malattia e spesso non c’è il riconoscimento dell’invalidità.

Eppure i soggetti affetti da tali patologie soffrono molto: disfunzioni immunitarie, faringite, problemi gastro-intestinali, oscillazioni pressorie, nausea, vertigini, palpitazioni, ipotensione, disfunzioni vescicali, fascicolazioni, emicranie, tachicardia, dolore muscolare cronico diffuso e astenia sono solo alcuni dei sintomi.

Non possiamo rimanere indifferenti di fronte a tali problematiche e riteniamo che la nostra Regione, al pari di altre che già si sono mosse in tale direzione, debba far sentire la propria voce e essere vicina ai propri cittadini. Inoltre, avremo presto un Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS), il Dipartimento Reumatologia dell’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo di Potenza che potrà occuparsi di tali patologie con la dovuta attenzione.

Come per altre nostre proposte in materia sanitaria e di tutela dei malati, già divenute leggi, contiamo sulla sensibilità dei Colleghi Consiglieri, perché alcune azioni non hanno colore. Sono semplicemente giuste.

Potenza, 7 Novembre 2016

Gianni Rosa, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*