Apprendistato e alternanza scuola-lavoro: I progetti di Eni in Val d’Agri

Verranno illustrati i programmi delle iniziative rivolte agli studenti lucani
con il coinvolgimento degli istituti scolastici

Mercoledì 26 Ottobre – ore 11

Castello Sanseverino, Largo Umberto I, Grumento Nova

GRUMENTO NOVA – Un workshop per illustrare i progetti di alternanza scuola lavoro e di apprendistato di primo livello avviati da Eni in Val d’Agri e che hanno come beneficiari gli studenti lucani. E’ quello che si terrà mercoledì 26 ottobre presso il Castello Sanseverino di Grumento Nova e che vedrà la partecipazione di tutti  i soggetti coinvolti.

Un appuntamento voluto da Confindustria Basilicata per illustrare  le ricadute sul territorio del protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso 25 luglio tra Eni, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali,  che prevede la realizzazione congiunta di una serie di iniziative rivolte agli studenti italiani, per promuovere la piena integrazione tra impresa e istituzioni scolastiche, in attuazione delle novità normative introdotte dal Jobs Act e riforma “La buona scuola”. Anche la Val d’Agri  è tra i siti oggetto del programma di formazione e lavoro e sarà interessata sia dai contratti di apprendistato, che dai programma di alternanza scuola lavoro.

I lavori del workshop patiranno alle 11. Dopo i saluti del sindaco di Grumento Nova, Antonio Maria Imperatrice, seguirà l’intervento del presidente del Confindustria Basilicata,  Pasquale Lorusso. La presentazione dei progetti sarà affidata al responsabile Legislazione e Contenzioso del lavoro, Italia – Eni, Domenico Polizzi, la responsabile Legislazione del Lavoro, Italia – Eni, Paola Branciforte e l’Ad Eni Corporate University, MarcoCoccagna.

A seguire, la tavola rotonda “le ricadute sul territorio” che vedrà a confronto il responsabile delle Risorse umane Sud, Eni, Nicola Ranieri, il vicepresidente alle Politiche energetiche e ambientali di Confindustria Basilicata, Francesco Somma, il direttore generale del dipartimento Politiche di sviluppo della Regione Basilicata, Giandomenico Marchese, il dirigente scolastico dell’istituto Petruccelli Parisi di Moliterno, Carmine Filardi e di uno studente partecipante al progetto. Le conclusioni saranno affidate a Margherita Perretti, vicepresidente Cultura d’impresa e Politiche della formazione di Confindustria Basilicata.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*