PISTICCI – SOTTRATTI 400 EURO E 2 SPILLE D’ORO A PENSIONATA DEL POSTO

PISTICCI. Un bottino di 400 euro in banconote e due spille di oro. Questo il bottino  di una  truffa perpetrata nella mattinata di ieri in pieno centro abitato, ad una anziana donna pensionata, Anna Maria Benedetto  che vive sola nella sua abitazione di via Cirillo 11 di Pisticci centro. Il fatto – secondo il diretto  racconto della interessata, una nostra conoscente – si sarebbe verificato intorno alle 10  della mattinata di ieri quando è stata raggiunta da una telefonata  di un ipotetico  maresciallo di Finanza che la informava di un incidente stradale  verificatosi  nella capitale, causato dalla imperizia del  nipote    Piero – militare della Guardia di  Finanza  a Roma – che era stato arrestato. Il ragazzo – secondo  l’affermazione dell’ipotetico maresciallo che aveva telefonato – aveva bisogno di  essere subito assistito  da un legale  per cui  necessitava  immediatamente una somma di 5800 euro  che doveva servire per  farlo rimettere in libertà. “Solo zia Anna può aiutarmi” avrebbe detto il nipote, e da qui la diretta richiesta alla  pensionata pisticcese, molto legata al nipote. “ In casa non avevo una somma del genere, che comunque avrei  dato volentieri per aiutare mio nipote  a cui voglio molto bene – ha spiegato la donna – ma solo 400 euro che  nella mattinata dovevano servire per pagare delle bollette all’Ufficio Postale. A  questa somma  ho aggiunto  il valore di due spille di oro, cari ricordi di famiglia,  che più tardi  ho consegnato a  una persona sulla quarantina chiamata Luca e indicata  dall’ipotetico maresciallo.  A questa persona ho chiesto che mi venisse rilasciata una  ricevuta, ma lui ha risposto che non c’era bisogno”. Appena andato via  il sig. Luca,  la donna ha  telefonato a Roma al nipote Piero  raccontando l’accaduto e scoprendo  così di essere  stata  vittima di un  raggiro e di una truffa. Il tutto è stato comunque denunciato  al Commissariato della Polizia di Stato di Pisticci guidato dal Dr.Domenico Di Vittorio. A Pisticci, se ricordiamo bene, sarebbe il secondo episodio  di truffa a danno di pensionati. L’altro sarebbe stato consumato  un paio di settimane fa e l parroco don Michele Leone, durante una messa  mise in guardia  gli anziani sui pericoli  che si correvano  dando retta a persone sconosciute  che si presentavano o telefonavano, allarmando e raccontando di gravi episodi che avevano colpito qualcuno dei familiari, chiedendo soldi  per  aiutarli.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*