DJ JAD – BALLO IO (feat. Trenkim) Su Radio Laser dal 21 ottobre

Dopo il successo di “Questa Estate” (Top 100 Airplay Radio e Top 50 iTunes Chart) è arrivato il momento di “Ballo Io” il nuovo singolo di DJ Jad realizzato in collaborazione con Trenkim, giovane e talentuoso rapper di Roma scoperto proprio da Jad“Ballo Io” è un brano di forte impatto, caratterizzato da arrangiamenti dannatamente efficaci, di quelli che ti si imprimono nella testa e che dalla testa non riesci più a toglierteli. Sin dai tempi degli Articolo 31, Jad si è sempre contraddistinto per la sua originalità, per il suo desiderio di produrre canzoni popolari ma mai banali ed anche “Ballo Io non si sottrae alla regola: è un brano che fonde con grande equilibrio la musica rap ed elettronica con le atmosfere della musica più popolare al mondo, il tango. E’ un brano capace di assorbirti completamente e catapultarti in un’atmosfera quasi ipnotica in cui la ritmica, la chitarra, i synth si ripetono in maniera ossessiva esaltando il riff vocale “Ballo Io o Balli Tu”.
Watch
Come spesso accade nella creazione di una canzone, “Ballo Io è nata quasi per caso, come ci racconta Trenkim: “Io e Jad stavamo cercando di creare roba nuova, lui inizialmente ha dato degli input per un singolo mandandomi la base, io avevo scritto qualcosa sopra ma non piaceva ad entrambi; il caso ha voluto che la notte successiva abbia  assimilato certe idee di cui se ne era già parlato per sviluppare la canzone e ho fatto un sogno, che per certi aspetti sembrava più un incubo; ero immerso in una festa a cui , probabilmente, non ero stato invitato, intorno a me c’era un sacco di gente strana e poi c’era questa ragazza che mi fissava  e cercavo di avvicinarmi a lei senza mai raggiungerla, proprio come è sempre mi accaduto nella musica fino ad ora: nessuna radio mi ha mai “passato” e nella mia città sono spesso stato visto come “un illuso” per via del fatto che sono anni che ci provo senza mai grandi risultati”.
“Ballo io”, è un modo per dire “Ora tocca a me” – spiegano Trenkim e Jad – mentre stavamo lavorando alla produzione, il pronunciarlo ci dava una carica interiore positiva la stessa carica che ora vogliamo far provare anche agli altri.”

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*