De Filippo: “Impegni mantenuti. Sconfitti i ‘declinisti numerologici’ che parlavano di tagli alla sanità”

“Ottima la proposta di legge di stabilità, mantenuti gli impegni con le Regioni sull’aumento di due miliardi al Fondo Sanitario nazionale – dichiara il Sottosegretario alla Salute Vito De Filippo –  l’avvio alla stabilizzazione di 7000 infermieri e medici ed il finanziamento dei rinnovi contrattuali. Previsto anche un aumento di 50 mln per il fondo non autosufficienza.
 
“Nei giorni scorsi avevo pubblicamente fatto questa previsione, convinto che il Presidente Renzi mantenesse gli impegni presi, indispensabili per l’attuazione delle innovazioni contenute nel Patto per la Salute. Sconfitta salutare dei declinisti numerologici  – aggiunge De Flippo – che a ridosso del Consiglio dei Ministri , parlavano, in questo caso al vento, di un taglio di un miliardo alla sanità”.
 
“Il governo Renzi, al contrario di tutti quelli che l’hanno preceduto, anno per anno ha aumentato il FSN, ora i nuovi LEA sono finanziati, così come i nuovi farmaci oncologici, i vaccini, e le nuove assunzioni.
Il Premier Renzi e la Ministra Lorenzin  – continua il sottosegretario alla Salute – hanno concretamente dimostrato che la sanità è e rimane centrale nella politica di questo Governo: per e nella salute e per i professionisti della sanità il Governo Renzi investe realmente e questa è una scelta innovativa e discontinua rispetto al recente passato”.

Dunque, il Fondo per la sanità sale e arriva a 113 mld come previsto dall’intesa Stato Regioni. Ora potremo dare il via ai nuovi Livelli essenziali di assistenza, riusciremo a finanziare i nuovi farmaci innovativi oncologici e per l’epatite C, rinnoveremo i contratti, come già promesso da mesi, dando seguito alla sentenza della Consulta, e finanzieremo il nuovo Piano vaccini. Mentre in questi mesi di campagna referendaria le opposizioni ci attaccavano parlando di presunti tagli alla sanità, il Governo ha lavorato in silenzio per mettere in campo l’ennesima Manovra espansiva con l’obiettivo di ridare slancio al Paese e migliorare le tutele per i cittadini”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*