Tavolo di confronto Regione e sindacati: Nessuna “spartizione” ma una risposta alle tante famiglie e lavoratori lucani

I segretari generali Cgil, Cisl e Uil Basilicata Angelo Summa, Nino Falotico e Carmine Vaccaro precisano che la rappresentazione del tavolo di confronto che si è tenuto ieri tra il presidente Pittella e le organizzazioni sindacali apparsa sulle testate locali è assolutamente lontana dalla realtà e fuori luogo. 

Un tavolo nel quale non si è fatta alcuna “spartizione” ma si è discusso degli aspetti tecnici per dare attuazione a una misura che rappresenta una risposta, peraltro attesa da troppo tempo, alla condizione di disagio, povertà e vulnerabilità sociale delle tante famiglie lucane e dei lavoratori espulsi dal ciclo produttivo.

E’ proprio grazie alla battaglia portata avanti dalle organizzazioni sindacali  sulla rimodulazione della carta carburante – e che ha trovato nella grande manifestazione per il lavoro del 9 aprile scorso un’occasione di condivisione popolare – che si è evitato di distribuire risorse a pioggia e in modo indifferenziato. Si tratta di uno strumento volto al mantenimento della coesione e dell’inclusione sociale attraverso misure precise che puntano sull’investimento e sullo sviluppo.

Dal primo gennaio, infatti, i tanti disoccupati e senza reddito della nostra regione potranno avere un reddito di circa 500 euro e, soprattutto, potranno avere la possibilità di un futuro inserimento lavorativo. Scelte concrete di equità sociale da noi sollecitate nel Manifesto per il lavoro e finalizzate a ridurre le diseguaglianze nella nostra regione attraverso un più attento utilizzo delle risorse a disposizione puntando, inoltre, sulla promozione di attività produttive e sulla creazione di nuovi posti di lavoro. 

 

Segretari generali

Cgil Basilicata Angelo Summa

Cisl Basilicata Nino Falotico

Uil Basilicata Carmine Vaccaro

 

Potenza, 14/10/2016

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*