I° Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Nino Rota” dell’Istituzione Concertistica Orchestrale “Magna Grecia”

Lunedì al Teatro Orfeo di Taranto uno dei due concerti finali del concorso: gli spettatori assegneranno a uno dei tre finalisti il “Premio Speciale del Pubblico”

unnamed-5È iniziata a Matera la prima edizione del Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Nino Rota”, manifestazione organizzata dall’Istituzione Concertistica Orchestrale “Magna Grecia”.

L’iniziativa è nata da un’idea di Piero Romano, direttore artistico dell’ICO “Magna Grecia” e direttore del Conservatorio di Stato “Duni” di Matera, subito condivisa dalle quattordici ICO italiane che hanno dato la loro disponibilità a far dirigere ai vincitori del concorso produzioni nelle loro prossime stagioni.

Piero Romano ha spiegato che «oltre ad essere uno dei pochissimi concorsi internazionali per direttori d’orchestra, in Europa iniziative di questo tipo sono rarissime, il Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Nino Rota” è l’unico in Italia che prevede che i concorrenti si “misurino” sia sul repertorio sinfonico, orchestrale e cameristico, sia su quello lirico».

«Organizzandolo abbiamo voluto – ha poi detto Piero Romano – selezionare giovani direttori d’orchestra che, oltre ad essere particolarmente talentuosi, abbiano una formazione completa e articolata, dando loro una concreta opportunità di dirigere una produzione di una delle importanti Orchestre ICO italiane, una eccezionale “vetrina” per mostrare le loro capacità direttoriali».

Riservato ai musicisti di ogni nazionalità, purché nati dopo il 1° gennaio del 1970, alla prima edizione del Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Nino Rota” si sono iscritti 143 musicisti da tutto il mondo; dopo una prima selezione preliminare, operata sulla base della documentazione ricevuta, l’organizzazione ha ammesso alla fase finale sessantotto candidati.

Oltre a una massiccia partecipazione di italiani, nonché a una significativa presenza dalla Cina e dal Giappone, paesi orientali in cui lo studio della musica classica viene fortemente promosso dalle istituzioni, partecipano al concorso musicisti provenienti da nazioni di tutti i continenti: Singapore, Israele, Argentina, Stati Uniti, Colombia, Ucraina, Belgio, Brasile, Iran, Russia, Paesi bassi, Lituania, Francia, Svizzera, Germania, Belgio, Austria e Armenia.

Da lunedì scorso (10 ottobre) i sessantotto direttori d’orchestra si stanno cimentando in una serie di quattro prove pratiche (tre eliminatorie e una finale), dirigendo l’Orchestra ICO “Magna Grecia” e, nel repertorio lirico, il soprano Erika Liuzzi e il basso Giuseppe De Ruvo. La valutazione dei candidati, espressa insindacabilmente dalla Giuria all’unanimità o a maggioranza, viene comunicata al termine di ciascuna prova.

Si arriverà così a una terna di direttori d’orchestra che si alterneranno sul podio nel concerto-finale, in programma sabato 15 ottobre (ore 21.00) presso l’Auditorium comunale “R. Gervasio” di Matera, evento benefico pro terremotati del Centro Italia (ingresso 5€), nel corso del quale la giuria sceglierà il vincitore del Concorso “Nino Rota”, i Professori dell’Orchestra ICO “Magna Grecia” assegneranno il “Premio Istituzione Concertistico Orchestrale della Magna Grecia”, mentre gli spettatori decideranno il vincitore del “Premio Speciale del Pubblico”.

Lo stesso concerto si terrà anche al Teatro Orfeo di Taranto nella serata di lunedì 17 ottobre (start ore 21.00 – info 099.7304422), un evento benefico pro terremotati del Centro Italia (biglietto 5 €) che prevede però l’ingresso gratuito per coloro che hanno già rinnovato l’abbonamento alla stagione dell’ICO “Magna Grecia”; come quello di Matera, anche il pubblico di Taranto assegnerà il “Premio Speciale del Pubblico”.

Piero Romano ha sottolineato che «tenendo il concerto finale sia a Matera che a Taranto, l’Istituzione Concertistica Orchestrale “Magna Grecia” ha colto l’occasione del Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Nino Rota” per rafforzare il “ponte culturale” già creato tra le due città».

«In questa occasione, inoltre, l’ICO “Magna Grecia” – ha concluso Piero Romano – prosegue il suo innovativo progetto di coinvolgimento e partecipazione attiva del pubblico delle due città in cui opera prevalentemente da lustri, Matera e Taranto, già avviato con la nuova formula del “concerto on demand” inaugurata lo scorso gennaio con la produzione The Best of Classics», facendo assegnare, direttamente dal pubblico presente in sala in entrambi i concerti, il “Premio Speciale del Pubblico”.

 

I° Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Nino Rota”

I premi

Sono previsti quattro premi: “Premio Nino Rota” con 2.000 euro assegnati dalla giuria a uno dei finalisti che, inoltre, dirigerà tre produzioni all’interno delle stagioni 2016/2018 delle Orchestre ICO italiane; “Premio Istituzione Concertistico Orchestrale della Magna Grecia” con 500 euro assegnati dai Professori dell’Orchestra a uno dei finalisti che, inoltre, dirigerà una produzione all’interno della Stagione 2016/2017 dell’Orchestra della Magna Grecia; due “Premio Speciale del Pubblico” con 500 euro assegnati a uno dei finalisti direttamente dal pubblico dei due concerti finali in programma a Matera e a Taranto.

La giuria

La giuria del Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra “Nino Rota” è composta da Marco Tutino, compositore, Alberto Triola, direttore artistico Festival della Valle d’Itria e direttore operativo del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Deyan Pavlov, direttore principale della “Pleven State Philharmonie” e docente di direzione d’orchestra all’Accademia Musicale Nazionale di Sofia, Valentin Doni, direttore stabile dell’Orchestra Filarmonica “M. Jora” della Romania, Eduard Topchjan, direttore artistico e direttore principale dell’Orchestra Filarmonica Armena, e Piero Romano, direttore artistico Istituzione Concertistico Orchestrale “Magna Grecia”.

 

Taranto, 13 ottobre 2016

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*