INCONTRO FRA AMMINISTRAZIONE COMUNALE E COMITATO SASSI L’ASSESSORE D’ANTONIO: “I SASSI SONO PATRIMONIO UNESCO E ANCHE CITTA’ RESIDENZIALE”

“Azioni condivise che conducano a politiche di sostenibilità nel rispetto del Patrimonio Unesco, ovvero dei Sassi, al tempo stesso città residenziale”. Così l’assessore Paola D’Antonio ha sintetizzato, in un passaggio l’incontro che si svolto oggi con il Comitato dei rioni Sassi.

All’incontro erano presenti anche la neo presidente della Commissione Sassi, Maria Teresa Vena e i consiglieri Angelo Cotugno, Paolo Manicone, Mario  Morelli e Uccio Di Lena.

Le priorità individuate dai gruppi di lavoro del Comitato Sassi, erano contenute in un lungo a articolato documento che era stato illustrato alcuni mesi fa nel corso della presentazione ufficiale.

Oggi molti di quei punti sono stati affrontati e analizzati per giungere alle soluzioni più adeguate che tengano in considerazione l’unicità dei Sassi senza, per questo, musealizzare un quartiere della città che rappresenta il suo simbolo principale.

Viabilità, raccolta dei rifiuti, monitoraggio sulle subconcessioni, ma anche censimento dei beni del Demanio, presenza più frequente degli agenti di Polizia municipale e infine controlli e regolamentazione sulla presenza di mezzi speciali per le riprese cinematografiche. Questo il lungo elenco sul quale il confronto si è sviluppato nel corso dell’incontro.

“Ho fortemente voluto questo confronto – spiega l’assessore Paola D’Antonio – perché credo molto nel confronto, nella polemica a patto che però sia costruttiva. Oggi sono stati posti molti temi sul tavolo e, da parte di questa amministrazione, c’è la massima disponibilità a farne elementi su cui lavorare concretamente. I Sassi svolgono un ruolo fondamentale sotto il profilo paesaggistico e  ambientale, ma sono anche un quartiere con una dimensione cittadina. Le due cose devono muoversi insieme, affinchè si crei una sintesi. E’ difficile perché le esigenze sono differenti: da quelle dei cittadini, a quelle degli albergatori e degli operatori. La logica della sostenibilità – ha proseguito l’assessore – insieme a quella dell’identità, sono al centro della nostra azione. La chiave di volta, però, deve restare la regolamentazione; qualsiasi tipologia di intervento venga richiesto, il principio di base deve rimanere questo. Accadrà così con il regolamento per l’utilizzo delle macchine nei cantieri, con il censimento dei beni del Demanio. Fondamentale sarà monitorare subconcessioni che sono latenti – ha concluso – In quanto alla viabilità ordinaria e straordinaria presteremo particolare attenzione anche a questo”.

Il confronto con il Comitato è stato fissato ad un nuovo incontro che si svolgerà fra qualche settimana e prenderà in considerazione i contenuti della piattaforma presentata oggi su cui amministrazione comunale e cittadini si sono ripromessi di lavorare insieme.

 

Matera, 3 ottobre 2016

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*