Fondi per accoglienza migranti: anche nel Materano cooperative in difficoltà

Confapi Matera scrive al Ministro Alfano

Il problema nazionale del blocco dei pagamenti alle strutture di accoglienza dei migranti comporta serie conseguenze anche per il Materano, dove le cooperative che offrono ospitalità e assistenza ai migranti non ricevono i pagamenti dallo scorso mese di aprile.

Fino a oggi il Ministero dell’Interno ha superato i 600 milioni di debito in tutto il territorio nazionale, ma nella sola provincia di Matera le 4 cooperative esistenti hanno accumulato un credito che supera abbondantemente i 2 milioni euro, credito che aumenta di giorno in giorno perché gli operatori continuano a prestare l’assistenza necessaria ai circa 600 migranti ospitati, in stretta collaborazione con la Prefettura che non fa mancare la piena disponibilità.

Il paradosso è che lo stesso Ministero continuamente chiede di aumentare il numero di persone da accogliere, superando di gran lunga le 430 unità previste dal bando di gara originario. Le persone aumentano perché giustamente l’Italia si fa carico dell’accoglienza, ma le strutture che quell’accoglienza devono garantire non vengono messe nelle condizioni di operare.

Le cooperative socio-assistenziali continueranno responsabilmente a prestare il servizio di assistenza – ha scritto l’Associazione al Ministro dell’Interno Angelino Alfano -, tuttavia questa situazione non potrà essere sostenuta troppo a lungo senza interventi decisivi e risolutivi del Governo centrale, cui ci appelliamo.

L’Italia riceve le lodi unanimi da tutta Europa per l’accoglienza dei migranti, ma all’impegno e alla buona volontà degli uomini occorre aggiungere anche un’adeguata dotazione finanziaria.

Matera, 28 settembre 2016

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*