Contratti in scadenza alla Rina Service dell’indotto Eni

Esposito Cgil Potenza e Bevilacqua Filt Cgil: “Subito un incontro con l’azienda. Vigileremo affinché vengano tutelati i diritti di ogni lavoratore”

Sono circa 30 i contratti in scadenza tra i mesi di settembre e ottobre alla Rina Service Srl, azienda dell’indotto Eni, e la Filt Cgil di Basilicata e la segreteria della Cgil di Potenza lanciano l’allarme. “E’ urgente – dicono il segretario generale Filt Cgil Basilicata Bruno Bevilacqua e Vincenzo Esposito della segreteria Cgil di Potenza – un tavolo urgente con l’azienda per discutere ogni eventuale problema contrattuale ed evitare che, come in passato, in fase di trasformazione vengano effettuate delle modifiche al ribasso con la perdita per i lavoratori di diverse spettanza, come gli scatti di anzianità. La Filt Cgil e la Cgil di Potenza  vigileranno – concludono – affinché ciò non accada, nel rispetto dei diritti dei lavoratori fortemente preoccupati. E’ da tempo che l’azienda sta operando una politica quantomeno discutibile nel processo di rinnovo dei contratti di lavoro che volgono al termine decidendo di operare, a pochi giorni dalla scadenza dei contratti, delle riorganizzazioni interne penalizzando i lavoratori, specialmente quelli con maggiore anzianità di servizio.”

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*