Puliamo il mondo 2016

pim_programma Potenza – domenica 25 settembre – ore 9.30/13.30

Grande giornata di mobilitazione ambientale: 10 aree da ripulire, 15 associazioni coinvolte

Torna anche quest’anno Puliamo il mondo, l’edizione italiana di Clean up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo. Portata in Italia nel 1993 da Legambiente e organizzata in Italia da Legambiente in collaborazione con la Tgr Rai (media partner dell’iniziativa), è presente su tutto il territorio nazionale grazie all’instancabile lavoro di oltre 1.000 gruppi di “volontari dell’ambiente”, che organizzano l’iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, aziende, comitati e amministrazioni cittadine. Quest’anno la XXIV esima edizione è dedicata al tema dell’accoglienza e dell’integrazione, con l’obiettivo di “pulire il mondo dalle barriere” che frenano lo sviluppo dei diritti e la diffusione del benessere per tutti: la riappropriazione collettiva del territorio è la chiave per ricostruire le relazioni sociali, perché un mondo diverso è possibile se lo si costruisce insieme, senza barriere di alcun tipo (sociali e culturali, etniche e religiose, fisiche e mentali). Potenza l’appuntamento è per domenica 25 settembre dalle 9.30 alle 13.30 per una grande giornata di mobilitazione cittadina che coinvolgerà diversi quartieri e associazioni: Macchia Romana – parco Elisa Claps (Noi del parco Elisa Claps, Agesci Potenza e Custodi della cittàPotenza rete, Istituto comprensivo Antonio Busciolano), centro storico (Rotaract club Potenza, Auser Potenza), parco di Montereale (Paz – Potentini armati di zappa e Amici di Montereale), pressi della stazione di S. Maria e villa S.Maria (Legambiente Potenza), via Pienza (Io potentino onlus), rione Lucania (Manteca srl, e Comitato di quartiere), Rione Cocuzzo (Auser laboratorio Potenza), fontana epitaffio (protezione civile Gruppo lucano), parco dell’Europa unita (Sva Legambiente Potenza – banda del cigno), Villa del prefetto (Wwf Potenza e aree interneLucaniaworld naturempatia). “Visto il tema di questa edizione – afferma Vittorio Rosa, presidente del Circolo Legambiente di Potenza – sono stati coinvolti diversi gruppi di migranti presenti in città, anche in continuità con l’azione già avviata dalla Legambiente nella città di Potenza con la partecipazione di alcuni di loro al progetto Cantiere scuola per la realizzazione del cappotto termico all’ex scalo merci della stazione di Potenza superiore, interamente rigpim_potenza_2enerato e negozio del chilometro zero, dello sfuso  e del biologico, oltre alla realizzazione del Giardino mediterraneo ai nostri orti urbani a Macchia Romana. Lo stesso vale per la scelta di altri luoghi simbolo dell’integrazione come Rione Lucania, con l’azione portata avanti dal Comitato di quartiere e la Villa del Prefetto con il progetto di Wwf e Lucaniaworld sostenuto dalla Provincia di Potenza. A questo va aggiunta l’idea di raccogliere e raccontare in un’unica giornata di volontariato ambientale le buone pratiche adottate in città per la cura degli spazi urbani grazie all’azione di volontari e cittadini”. L’iniziativa ha avuto il patrocinio del Comune di Potenza, con la partecipazione attiva dei volontari facilitatori della raccolta differenziata che svolgeranno un’azione di sensibilizzazione in particolare nei quartieri Poggio Tre Galli e Cocuzzo prossimi al passaggio al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti. 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*