Lo Spi Cgil di Potenza consegna la targa al centenario di Lavello

Antonio Tudisco assume il primo incarico in Cgil nel 1946

Beatrice Galasso: “I nostri anziani patrimonio storico da tutelare e salvaguardare”

In riconoscimento all’impegno profuso nell’organizzazione sindacale e alla sua partecipazione ai più importanti avvenimenti storici della Basilicata, lo Spi Cgil di Potenza ha consegnato una targa al centenario Antonio Tudisco di Lavello, militante Cgil.

 

Antonio Tudisco, classe 1915, giovane militante nelle organizzazioni antifasciste – dal partito socialista alle cooperative rosse – assume il primo incarico in Cgil nel 1946 con le funzioni di “segretario amministrativo” con l’allora segretario regionale Mario Di Fazio. In seguito diviene segretario della Lega Contadina e poi segretario della Camera del lavoro di Lavello. E’ molto attivo anche nel materano e protagonista durante il periodo dell’occupazione delle terre. E’ il tempo dell’unità tra Pci, partigiani e Cgil quando, proprio nel Pci, svolge il ruolo di segretario cittadino (dal 1952 al 1957), ricoprendo infine anche la carica di consigliere comunale con la giunta Strazzella. Sotto i suoi insegnamenti fioriscono illustri compagni come Donato Duino, Antonio Strazzella, Vito Finiguerra.

 

Durante la cerimonia di consegna – che si è svolta alla Camera di Lavoro della Cgil di Lavello, gremita di gente e alla presenza del sindaco Savino Altobello e del segretario generale Spi Cgil Basilicata Nicola Allegretti – attraverso le emozionanti parole di Antonio Tudisco è stato possibile rivivere i momenti storici più significativi delle battaglie per il lavoro in Basilicata. “Un momento unico – dichiara Beatrice Galasso, segretaria generale Spi Cgil di  Potenza – che ci fa riflettere su quanto i nostri anziani siano importanti per ricucire pezzi di memoria della nostra storia e del nostro passato. Un patrimonio da tutelare e da salvaguardare”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*