Le Plombier vince la terza edizione di Cortosplash

1 (2)La giuria presieduta da Jon Jost ha premiato il film dei francesi Méryl Fortunat-Rossi e Xavier Seron. Premio del pubblico a  “My grandfather was a cherry tree” di Olga e Tatiana Poliektova (Russia).

“Le plombier” di Méryl Fortunat-Rossi e Xavier Seron (Francia) ha vinto la terza edizione di Cortosplash: il festival internazionale di cortometraggi che si è tenuto dal 22 al 24 luglio al Lido Onda Libera di Scanzano Jonico. “E’ un film divertente, con i personaggi ben caratterizzati e girato in maniera impeccabile. Affronta il tema della pornografia con grande senso dell’umorismo, senza scadere nella volgarità. Far ridere in maniera intelligente e non è cosa facile”, è questa la motivazione della giuria presieduta quest’anno dal regista statunitense Jon Jost, veterano del cinema indipendente. Marcella di Palo, regista, Andrea Recussi, direttore Cort0globo film festival, eLeandro Domenico Verde, giornalista, completano la giuria che ha assegnato anche le menzioni speciali delle quattro sezioni che sono andate a: “A prueba” di Pablo L. de Aramburu (Spagna), Fiction-Doc, “Kukuschka” di Dina Velikovskaya (Russia), Animazione, “Can you decide” di Lu Pulici (Italia), Videoclip, e “Dissonance” di Salym Fayad (Colombia), Sperimentale. Il premio del pubblico (audience award) invece è andato aMy grandfather was a cherry tree” di Olga e Tatiana Poliektova (Russia). Inoltre c’è stato anche il premio Onda Libera (attribuito dallo staff del lido che ha ospitato l’evento) che è andato ad “Angustia” di Frederico Machado (Brasile) e il premio “mare che divide, mare che unisce” assegnato ad “Argento” di Nicola Pertino (Italia). Cortosplash è l’unico festival in Italia che si svolge interamente in spiaggia, e quest’anno è stato ospitato dal Lido Onda Libera di Scanzano Jonico, nato da bene confiscato alla criminalità organizzata nel 2012 e affidato a LIBERA – Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie – per destinarlo ad uso sociale. E’ stata un’edizione che ha visto la partecipazione di ospiti come i registi lucani Gianni Saponara, autore di “Cenere”, e Aurelia Tamburrino, in concorso con “Fragilimenti”, e  dei vincitori di alcuni premi, come la brasiliana Manuela Farias, assistente alla fotografia di “Angustia”, e Nicola Lerra, autore delle musiche del corto russo di animazione “My grandfather was a cherry tree”. Soddisfatti di questa edizione anche il direttore artistico Giuseppe Tumino, filmmaker siciliano che da qualche anno vive in Basilicata, e le sue collaboratriciAlessandra Manganelli e Simona Errico, che danno appuntamento a tutti gli amanti dei cortometraggi spiaggiati all’anno prossimo.

Per informazioni:

– sito internet https://cortosplash.wordpress.com

– facebook https://www.facebook.com/cortosplashfilmfestival/timeline

Commenta per primo

Rispondi