Sanità Futura: Assemblea a Melfi; Polimedica e altri centri sanitari della Basilicata rischiano di chiudere

Un’anomalia che riguarda in tutta Italia solo la Basilicata e che, fra continui tentativi da parte delle istituzioni di scaricarsi uno con l’altro le responsabilità, sta portando verso la chiusura di numerosi centri sanitari accreditati della Regione. A rischio ci sono centinaia di posti di lavoro e soprattutto è in ballo il diritto alla salute di tantissimi cittadini che saranno impossibilitati a ricevere diagnosi in tempi brevi e cure adeguate. E’ il nuovo “messaggio” che viene dall’assemblea di Polimedica a Melfi. Sanità Futura, associazione di cui Polimedica fa parte, da anni è promotrice di diverse campagne in favore della legalità e della trasparenza, denunciando numerose anomalie ed ombre del sistema sanitario regionale. Attualmente, una vicenda banale e facilmente risolvibile, è stata volutamente ingarbugliata e sta assumendo contorni al limite del grottesco, ma le cui conseguenze sono disastrose per cittadini e imprese sanitarie: addirittura un dirigente regionale per giustificare i suoi provvedimenti arbitrari ha fatto appello in una nota ufficiale ad una sentenza della Corte Costituzionale che, si è scoperto, non esiste! Sanità Futura sta cercando di spiegare tutta la vicenda e fornire aggiornamenti attraverso il sito sanitafutura.online e la sua pagina fb. In questa fase delicatissima per il prosieguo di prestazioni, in moti casi salva vita, l’associazione, nell’ambito della campagna “Non siamo un numero”, sta intraprendendo diverse azioni per cercare di portare la situazione verso la normalità e il buon senso e far conoscere la vicenda ai cittadini e, siccome chi pagherà le conseguenze di tutto questo saranno soprattutto i pazienti, i medici e gli operatori, l’associazione ha deciso di aprire le proprie porte a tutti i cittadini in modo da far sentire la loro voce, consentendo così che anche i pazienti possano entrare nel direttivo dell’associazione. Dall’assemblea è partito l’appello ai cittadini-utenti: Chiediamo il supporto di tutti quelli che pensano che un sistema sanitario più equo e degno sia possibile; più siamo e più avremo la possibilità di farci sentire e salvaguardare il nostro diritto alla salute, alla legalità e al giusto uso dei soldi pubblici. Solo attraverso la chiarezza e la trasparenza è possibile contrastare la corruzione e ritornare nel perimetro della legalità. I moduli per aderire all’associazione sono disponibili presso la Polimedica e tutte le aziende che fanno parte di Sanità Futura. L’iscrizione è gratuita e ogni socio avrà diritto a essere costantemente informato in materia di diritto alla salute. Polimedica – è stato sottolineato nell’assemblea – è una struttura sanitaria, fatta di risorse umane e mezzi che si è data anche il compito di aiutare a comprendere gli aspetti della salute offrendo la competenza di un’assistenza sanitaria specializzata. Al contempo, è anche un’azienda che ha deciso di assicurare una funzione economica e sociale durevole nel tempo ai soci, ai propri collaboratori ed ai propri pazienti. La missione è realizzare un’impresa impegnata nella produzione di un equo profitto ed allo stesso tempo improntata al benessere delle persone. Etico, eco-sostenibile, equo-solidale, diventano così principi ispiratori non solo di una politica aziendale, ma diventano linee guida anche per operare conformemente a una impostazione capace di venire incontro alle necessità della gente, nel rispetto di valori che tutelino il capitale ambientale e la dignità delle persone.




Commenta per primo

Rispondi