PISTICCI SCALO. Tutta una settimana di solenni festeggiamenti in onore di S.Giuseppe Lavoratore patrono di Pisticci Scalo

Una tradizione ormai ultra cinquantenaria, che gli abitanti del popoloso quartiere residenziale ma anche di tutta la bassa Valbasento, onorano unitamente al parroco don Domenico Spinazzola e il giovane comitato che lo affianca. Un ricco programma religioso e civile con festeggiamenti che sono iniziati lunedì 20 giugno con le gare dell’Acquascivolo e della Corsa nei sacchi, riservato a bambini e giovanetti che si sono cimentati attraverso numerose gare per tutto l’arco della giornata. Per martedì 21, altre gare in programma con l’Acquaiolo (10,30), gioco dell’Uovo (ore 18), e l’appassionante gara degli spaghetti per adulti e bambini, in programma alle ore 20. Altra giornata importante quella odierna con la celebrazione della Santa Messa nel Triduo alle ore 10, mentre alle 10,30 e alle ore 23, gonfiabili per bambini e giovani e in chiusura di serata una degustazione di panzerotti e patatine. Particolarmente intensa di appuntamenti la giornata di venerdì 24 giugno. Si inizia alle ore 10 con la celebrazione della Santa Messa del Triduo, alle 10,30 è in programma la Gimcana e a partire dalle ore 20, la tradizionale Cena di Quartiere con una lunghissima straordinaria tavolata con la partecipazione di tutte le famiglie del quartiere e zone circostanti. A seguire una serata di musiche e danze con “Disco Music – non stop”. La giornata clou quella di sabato 25 giugno con la celebrazione , ore 18, della Santa Messa in onore di San Giuseppe ed a seguire una solenne processione per le principali vie del quartiere, con la partecipazione di cavalieri e gli Sbandieratori e i musici della città di Oria”. Chiuderà la serata e praticamente anche i festeggiamenti, lo spettacolo pirotecnico all’interno del villaggio. “Un ringraziamento particolare a tutta la comunità dello scalo e delle zone limitrofe per l’impegno a contribuire anche quest’ Anno Santo Straordinario della Misericordia, alla buona riuscita dei festeggiamenti in onore di San Giuseppe Lavoratore, augurandoci che quello del 2016 sia l’ultimo anno senza il nostro tempio – ha spiegato don Minì Spinazzola- Ormai i lavori della nuova struttura sacra sono alla fine per cui confidiamo che entro pochi mesi la stessa venga riconsegnata ai fedeli”. MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Rispondi