on. Latronico (Cor) su precisazioni beni demaniali

“Sarebbe il caso che gli estensori della nota polemica a firma di un tavolo verde di Pisticci approfondissero gli argomenti prima di lanciare anatemi su un tema delicato, ma decisivo per la vita di molte comunità”. Lo ha dichiarato l’on. Cosimo Latronico (Cor). “La norma a cui mi riferivo, e che ho proposto nel decreto ‘mille proroghe’, riguarda i beni del demanio dello Stato che possono essere richiesti a titolo non oneroso dagli enti locali. Una operazione, quella del federalismo demaniale, che ha interessato migliaia di Comuni negli anni scorsi e che non si poteva più applicare perché i termini per evadere le richieste erano scaduti nel 2013. Su sollecitazione di Comuni ed altri soggetti pubblici abbiano voluto riaccendere questa opportunità che riguarda anche Pisticci che potrà richiedere l’assegnazione al proprio patrimonio dei beni demaniali dello stato tramite l’agenzia del demanio. Già in una lettera del febbraio scorso ho sollecitato tutti i sindaci della Basilicata ad avvalersi di questa opportunità per realizzare progetti di valorizzazione e di sviluppo del territorio. Altra cosa sono le questioni legate all’uso congruo e razionale dei beni patrimoniali e demaniali dei Comuni su cui non sarebbe male rivolgere uno sguardo che punti alla loro valorizzazione oltre che alla loro regolarizzazione come consigliano le discipline del bilancio pubblico”.

Commenta per primo

Rispondi