Pittella fa terrorismo, ora anche il tracollo finanziario della Regione!

newsletterHeader-01
 
Pittella fa terrorismo, ora anche il tracollo finanziario della Regione!
Dopo il dissesto di Potenza, il centrosinistra lucano sta per decorarsi di un’altra medaglia: il ‘dissesto della Regione’. Dopo 2 anni e 5 mesi, in cui la politica assistenzialista e spendacciona del Pd, ha creato più povertà che negli anni precedenti, Pittella paventa, in  conferenza stampa, il possibile crac finanziario della Regione Basilicata nel caso in cui l’Eni non riprenda la produzione di petrolio e, conseguentemente, ricomincino a maturare le royalties.
Pittella passa nella fronda dei gufi tanto odiati.  In pratica, gufo di se stesso e dei suoi compagni di partito che lo hanno preceduto, visto che il Governo della Regione è nelle sue mani. Ridicolo. Assolutamente ridicolo.
È terrorismo verbale che dimostra, ancora una volta, la pochezza politica di un Presidente che evidentemente fa del petrolio l’unico motore economico della Basilicata. Frasi che mostrano come questa politica ha condotto la Basilicata a dipendere dal petrolio e da quella manciata di denaro che ci viene trasferita.
E di chi sarà la colpa se si è arrivati ad anteporre la salute e l’ambiente al denaro? Diciamoci la verità, senza royalties, il signorotto deve ridurre le prebende agli amici e rimodulare la politica assistenziale che ci tiene tutti appesi ad un filo. Senza royalties non sarà possibile continuare nella spesa improduttiva che  non crea sviluppo, senza royalties la gestione del potere e delle clientele diventa più difficile.
Quanta ipocrisia nelle parole di Pittella. E quanta incompetenza nelle sue azioni: non c’è una progettazione, non c’è una visione. Pittella dimenticatutte le ricchezze della nostra Regione su cui si può e si deve puntare. Dimostra di essere un burocrate sottomesso ai poteri forti. E mentre la Pugliasi adopera per sfruttare Matera2019, Pittella tace e, soprattutto, rimane immobile.
L’Ente Regione non è mai stato più lontano dalle reali esigenze della popolazione lucana. Basti pensare agli umori che riscontriamo nelle zone in cui il petrolio si estrae, dove sempre più gente medita di abbandonare quei territori che percepiscono come pericolosi a causa dell’incuria dei petrolieri e dei mancati controlli della Regione.
Pittella non faccia terrorismo e, invece di evitare il Consiglio regionale, venga e ci spieghi perché la tenuta dei conti è in pericolo, quali scelte di bilancio ha fatto e soprattutto quali sono le sue idee sulla Basilicata delle aziende agricole, del turismo, dell’artigianato. Se ha soluzioni per i problemi che la classe dirigente del suo partito ha causato alla Basilicata, le tiri fuori. Altrimenti lasci il Governo a chi saprà fare meglio (fare peggio è impossibile).
Potenza, 21 Maggio 2016
Gianni Rosa, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale




Commenta per primo

Rispondi