AEROPORTO PISTICCI: SIGLATI ACCORDI PARTENARIATO CON SCALI GENOVA ED ANCONA

Al fine di potenziare il traffico aereo nazionale ed internazionale ed operare in sinergia per lo sviluppo della qualità delle proprie offerte di rotte commerciali, accordi di partenariato sono stati sottoscritti tra Winfly, società di trasporto aereo passeggeri e gestore dell’aeroporto Basilicata “Enrico Mattei” di Pisticci, la direzione generale dell’aeroporto “C. Colombo” di Genova e la società “Aerdorica” di gestione Aeroporto delle Marche di Ancona.
Con il Cristoforo Colombo – che nel 2015 ha totalizzato 1.370.000 passeggeri, con un aumento di circa 100.000 passeggeri rispetto al 2014, pari a un +7,5% – si punta alla realizzazione di progetti di attivazione e potenziamento di una tratta di collegamento con l’aeroporto di Pisticci, mentre Ancona – con una quota di circa 500mila passeggeri lo scorso anno – diventerà per Winfly hub verso i Balcani grazie ai collegamenti aerei già esistenti su Tirana, Spalato, Zara e Skopje e attraverso lo sviluppo di ulteriori rotte.
In attesa di sottoscrivere accordi di collaborazione con altri aeroporti italiani, si tratta – sottolinea la Winfly – di una bella pagina su cosa porta aprirsi alle altre regioni e al turismo che alimenteranno i collegamenti dall’aeroporto Basilicata “Enrico Mattei”. Oltre ai benefici diretti per il turismo – i protocolli prevedono attività di promozione dei territori di riferimento – si aprono prospettive per il trasporto merci (nello scalo genovese transitano tra le 7-800 tonnellate di merci e circa 10mila tonnellate ad Ancona) e le attività imprenditoriali. In proposito, il Consorzio Industriale ValBasento-Matera ha un ruolo importante da svolgere a favore delle industrie o imprese utilizzando gli accordi , attraverso una presentazione delle opportunita’ di investimento e di agevolazioni e programmi direttamente con le istituzioni regionali per invitarli a venire a delocalizzare, tenuto conto che i bandi di investimenti in ValBasento da parte della Regione Basilicata hanno dato sinora risultati decisamente deludenti in gran parte dovuti ai noti gap infrastrutturali. Il progetto di piattaforma logistica dell’agroalimentare collocata a Ferrandina e quindi al centro del Mediterraneo e strettamente correlata al Porto di Taranto che ha una naturale predisposizione a intercettare traffico di merci che, in prospettiva, riguarderanno soprattutto lo scambio delle merci alimentari, con gli accordi tra aeroporti Pisticci-Ancona-Genova viene quindi a completarsi. L’obiettivo – evidenzia Winfly – è di realizzare una piattaforma per portare fuori regione le opportunita’ che possiamo offrire, quindi aprirsi non solo come rotte o collegamenti , ma tra le regioni e le imprese creare un link permanente. Non ci vuole molto per far venire ad investire nel nostro territorio da fuori regione, proiettarsi allo stesso modo nei Balcani , nel resto d’Europa e in Africa. Non solo turismo ma tante altre occasioni di avvio di interscambio , non solo cultura , ma export , import , partenariati tra imprese e professionisti; finalmente – è la “filosofia aziendale Winfly” – far conoscere anche alle nostre giovani generazioni , nuovi mercati e nuove occasioni partendo dalle prime elementari ma essenziali basi , “conoscersi”, frequentarsi” , fidarsi” e poi decidere di lavorare insieme per progredire mutualmente.




Commenta per primo

Rispondi