PRESENZA LUCANA – TESI DI LAUREA OVER

L’Ambiente e le sue evoluzioni nel tempo.

Presenza Lucana ha inserito, nei Venerdì Culturali, la cartella “Tesi di laurea over” per presentare tesi di laurea svolte negli anni passati, “segnate dal tempo”. ed esaminare, tramite esse i cambiamenti della societa’ La tesi deve essere come un carteggio che riporta una lettura precisa, storica e sociale del periodo in cui esso è avvenuto. Chi ha svolto una tesi, alcuni anni o decenni fa, può riprenderla dalla sua libreria e presentarla in un Venerdì Culturale di Presenza Lucana, lontano da emozioni e con l’aggiunta di un vissuto che ne accrescerà, sicuramente, il suo valore. Le materie delle tesi possono essere di varia natura e legate alla: Letteratura, Archeologia, Astronomia, Tradizioni, Teatro, Canto e musica, Musei, Beni culturali, Studio del territorio, Storia, Comunicazione, Argomenti sociali, dialetti, e altri interessanti argomenti, come l’Ambiente che è la base dell’appuntamento di Venerdì 13 Maggio dal titolo: l’Ambiente e le sue evoluzioni nel tempo. Nella tesi di laurea over che si svolgerà domani, presso la sede di Via Veneto 106/A a Taranto, alle ore 18.00, con ingresso libero, è il tempo protagonista con le varie conoscenze acquisite negli anni, sempre più in negativo.
Nella città in cui, grazie alle migliaia di posti di lavoro si era venuta a creare una classe medio borghese, poco per volta, si cominciò ad avere conoscenza che un male sibillino si era insinuato tutto intorno causando lutti inspiegabili. Il nome che fu dato era Ambiente. Un nome che se si va a trovare sui maggiori dizionari non spiega il significato che tale parola ha oggi.
Il 10 luglio 1976 fuoriuscì e si disperse nell’aria, a Seveso, una nube tossica della sostanza diossina TCDD. Il veleno investì una vasta area di terreni. Il disastro ebbe notevole risonanza pubblica e a livello europeo portò alla creazione della direttiva 82/501/CEE nota anche come direttiva Seveso. Da quel momento si è compreso che l’inquinamento non interessava solo chi lavorava nelle aree industriali ma, anche, tutte le popolazioni.
  • La prima tesi della prof.ssa Cagnazzi Analisi Lidar dell’inquinamento. Un’ipotesi per Taranto, trae spunto da queste considerazioni e comincia a far capire che nella spiegazione della voce ambiente, inteso come spazio che circonda una cosa o una persona e in cui questa si muove o vive occorre aggiungere altre voci, come benzene, micro polveri, TCDD ed altro.
  • La seconda della prof.ssa Rasulo entra più nello specifico dell’inquinamento ambientale a Taranto. Il lavoro prende in esame l’espansione della città,   soffermandosi sullo sviluppo demografico e urbanistico, sulla viabilità, sulla crescita socio-culturale e in particolare sul problema dell’inquinamento ambientale.
  • Nella terza l’avv. Di Bello esamina le leggi emanate sulla materia negli anni.
  • La relazione conclusiva della dott.ssa D’Acquisto illustrerà le prospettive future per uno sviluppo della città, non necessariamente legato all’industria. Si tratta di una riflessione sul disastro ambientale che ha deturpato il volto della città.
Gli amici interessati a questa nuova cartella “Tesi di laurea Over” possono mettersi in contatto con il numero 338 4945141.

Michele Santoro




Commenta per primo

Rispondi