MOTTOLA (TA). Tutto pronto per il primo stage, in Puglia, destinato alla formazione di attori sul set.

Direttore artistico, l’attore barese Luciano Marinelli
Si parte domenica,8 maggio, ore 15,30, presso il Palazzo della Cultura.


MOTTOLA (TA). Definiti gli ultimi dettagli, sta per partire il primo stage, in Puglia, finalizzato alla formazione di base per attori. Si parte domenica, 8 maggio, alle ore 15,30, presso il Palazzo della Cultura, in via S. D’Acquisto 69. All’organizzazione, curata da Vito Cisternino dell’agenzia “VitoHouseventi” e dall’associazione “Libriamoci” di Maria Paola Nigro, fa da supporto una direzione artistica di tutto rispetto: è affidata all’attore barese Luciano Marinelli con, all’attivo, importanti film e fiction televisive, ultimi, in ordine di tempo, “Non è stato mio figlio” ed il film “John Wick 2”, con l’attore Keanu Reeves, da febbraio 2017 nei cinema americani. Al completo, anche la rosa dei docenti, che, l’8, il 15, il 22 e 29 maggio, seguiranno i partecipanti. 
Si alterneranno, in ordine: l’attore, regista e autore Vito Lopriore, spesso impegnato al fianco del celebre Michele Placido e già insegnante di “Training ed analisi del testo” in laboratori di cinema e teatro a Bari; l’attrice ed affermata direttrice di casting Azzurra Martino; la direttrice del doppiaggio e dizione Maria Teresa Vassalli, responsabile dell’associazione culturale “Twin”, molto attiva in varie attività sull’apprendimento e l’approfondimento della lingua attraverso esercitazioni di “doppiaggio voice over”. Tra i docenti, lo stesso direttore artistico Marinelli, che, durante l’ultimo appuntamento, quello del 29 maggio, sarà affiancato dal regista tarantino Pino Lanzillotti, a fine giugno a Taranto, per girare alcune scene del film “Nina”. Lo stesso potrà valutare le doti dei partecipanti, che, nell’ultimo appuntamento, saranno impegnati in una prova pratica, su un set cinematografico improvvisato, con tanto di copione.
“Un’occasione di vera promozione per la nostra città e per l’arco ionico, che, diventa il set ideale per aspiranti attori – è stato il commento di Annamaria Notaristefano, assessore alla Cultura del Comune di Mottola, che ha patrocinato l’evento”.
Perché scegliere proprio Mottola? “Abbiamo voluto seguire le indicazioni di Vito Cisternino, che si è speso tanto perché la sua cittadina diventasse protagonista indiscussa dell’iniziativa – ci ha spiegato Marinelli -. E questo indiscusso, forse anche raro attaccamento al proprio paese non andava ignorato”. Poi, un cenno anche all’importanza dello stage: “In molti, nella vita, si ostinano a voler fare lavori per i quali non sono portati. Questo stage serve a questo: far capire ai partecipanti se hanno una certa predisposizione al set, ai riflettori. La preparazione, lo studio, i bravi maestri, l‘esperienza e, perchè no, anche un pizzico di fortuna, vengono dopo”.

Commenta per primo

Rispondi