on. Latronico (Cor) su def

“La tentazione ancora una volta è la caccia al consenso piuttosto che a manovre che consolidino la crescita. In passato tra 80 euro, 500 euro per cultura ai maggiorenni, il risultato c’è stato più sulle urne che sull’incremento degli investimenti . Lo stesso jobs act, tanto celebrato, una volta esauritisi gli effetti degli incentivi nel 2015 si mostra per quello che è: non ha creato nuovo lavoro ne ha ridotto la platea della precarietà . Ora se il Documento di economia e finanze ci dice che proverà, se otterrà la flessibilità europea, a sostenere un po’ la domanda con qualche altro bonus, non cambieremo registro” Lo ha dichiarato l’on. Cosimo Latronico (Cor), componente della Commissione Bilancio della Camera. “La verità è che senza riforme ristrutturali e senza una qualificazione della spesa pubblica sempre invocata e mai realizzata, non si va lontano. La crescita stenta a vedersi e le aree del Paese più svantaggiate come il Mezzogiorno segnano il passo tra emigrazione e declino produttivo. Non c’è traccia nel def di quel piano straordinario per il Meridione che punti su investimenti produttivi per una crescita sostenibile e duratura che dia prospettive alle nuove generazioni. La stessa questione fiscale resta invariata con una pressione insostenibile che scoraggia investimenti ed imprese . Questo è lo stato della realtà e non basterà l’ottimismo delle dichiarazioni a cambiare le cose” .




Commenta per primo

Rispondi