GRAVINA IN PUGLIA: Ricevuti in Comune i ballerini della “Arabesque Movie Dance”

I giovani talenti gravinesi vincitori del “Barcellona Dance Award”. Il sindaco Valente consegna loro una targa: «La città è orgogliosa di voi».





Hanno fatto incetta di premi. Unici a rappresentare l’Italia al “Barcellona Dance Award”, si sono portati a casa tre medaglie d’oro e due argenti. E stamattina, insieme ai loro maestri, sono stati ricevuti in Comune dal sindaco Alesio Valente per incassare la riconoscenza della città.
I ballerini della “Arabesque Movie Dance”, la scuola fondata ormai 30 anni fa da Lucia Carulli, sono stati i protagonisti in mattinata di una pacifica e festosa invasione di Palazzo di città, con tanto di premi al seguito. Quelli vinti nell’edizione 2016 del concorso internazionale per scuole e gruppi di danza, che a fine marzo ha visto ritrovarsi nella città iberica oltre 750 tersicorei provenienti da tutto il mondo. 

Accolti dal primo cittadino, dal quale erano stati invitati nei giorni scorsi, i giovanissimi danzatori gravinesi hanno raccontato della propria straordinaria avventura, culminata nei primi posti inanellati nelle categorie “Pedagogia”, “Music for dance” e “Musical” e nelle seconde piazze conquistate nel “Contemporaneo” e nel “Modern”, portando in scena le coreografie curate dalla maestra Carulli insieme ai suoi collaboratori, i maestri Domenico e Pia Ciaccia. «Partecipiamo al concorso barcellonese ormai da dieci anni, ogni volta ben figurando, ma per la prima volta otteniamo un riconoscimento istituzionale nella nostra città, e questo mi rende felicissima», ha detto emozionata Carulli. «Siamo orgogliosi di voi», le ha risposto il sindaco Valente, cinto della fascia tricolore. «Ho ritenuto di accogliervi con tutti gli onori – ha aggiunto – perché c’è chi sostiene che queste cerimonie, per quanto sobrie, siano una perdita di tempo. Io, invece, ritengo che siano il giusto tributo a voi ed alle vostre esperienze, di cui la nostra città ha tanto bisogno per irrobustire il proprio tessuto sociale». Ragioni per le quali il sindaco, ringraziati i ballerini, le loro famiglie ed i maestri «per l’impegno profuso, spesso tra sacrifici e difficoltà», ha consegnato in forma solenne all’allegra comitiva del balletto una targa. Eloquente la motivazione: «Per aver fatto conoscere ed apprezzare Gravina nel mondo».

Commenta per primo

Rispondi