BARI. Amministratori di condominio di tutta Italia a raccolta, al Congresso Nazionale trasversale delle associazioni e degli operatori di settore.

Sabato, 16 aprile, dalle 9 alle 20, presso l’Hotel Excelsior, in via G. Petroni, 15. Ad organizzarlo, il mottolese Francesco Schena, Ceo Lm Franchising, col patrocinio di Confassociazioni e Confipi.

BARI. La professione di amministratore di condominio, sebbene relativamente giovane, è destinata ad affrontare, da subito, un cambiamento radicale e di adeguamento alle nuove sfide, che il mercato presenta. Un mercato, che si sta aprendo a nuovi scenari, comportando, inevitabilmente, per la categoria, alcuni rischi. Uno di questi è quello di soccombere all’egemonia economica di grandi gruppi, anche stranieri, con elevate capacità gestionali e manageriali, che guardano con interesse al mercato italiano, dove, al momento, il condominio rappresenta la più diffusa formula abitativa. Un altro rischio, al quale la categoria è sottoposta, è quello dell’egemonia culturale di altre categorie professionali. Di qui, l’esigenza di elevarsi a rango di “professione”, in maniera seria e definitiva. Come? Anche attraverso la formazione e l’aggiornamento continuo, il confronto ed il dialogo. Ecco spiegata l’importanza del congresso nazionale trasversale delle associazioni e degli operatori di settore, unico nel suo genere, in programma per sabato, 16 aprile, dalle 9 alle 20, presso l’Hotel Excelsior di Bari. “Amministratore di condominio. Passato. Presente Futuro. – La sopravvivenza della specie”: non casuale, la scelta del sottotitolo. Ad organizzarlo, con il patrocinio di Confassociazioni e Confipi, è il mottolese Francesco Schena, nocese di adozione. Dal 2015, dirige la divisione Ammiform del gruppo Lm Franchising. All’attivo, oltre 500 ore di intervento a convegni e seminari; oltre 2.500 ore di docenza e più di 50 lavori tra protocolli, guide, manuali e pubblicazioni. L’ultima, edita a febbraio scorso, “La contabilizzazione del calore. Guida alla ripartizione e gestione delle spese”; opera, questa, ad indirizzo tecnico – giuridico, scritta a tre mani con Cicerchia e Caporicci.
“Si tratta di un congresso – ci spiega Schena – che guarda ad un’analisi del passato e del presente e che si pone, come obiettivo, l’individuazione di nuovi propositi per la crescita della categoria”. L’evento catalizzerà l’attenzione dei professionisti su sei principali tematiche: management, rete, innovazione tecnologica, formazione, etica e crescita.
Oltre una trentina, le sigle coinvolte, perché “continua Francesco Schena – questo è il congresso di tutti per una pluralità di visioni, che, se messe a confronto in maniera intelligente, non potranno che portare ad un miglioramento generale dell’intera categoria”. Tra gli ospiti, prevista la partecipazione del professor Claudio Antonelli, presidente nazionale di Professioni Intellettuali Unite e del senatore Piero Liuzzi. Per info ed accrediti: www.congressocondominio.it.

Commenta per primo

Rispondi