“Gerardo Guerrieri: trent’anni di riscoperte (1986 – 2016)”

COMUNE DI GROTTOLE
(Provincia di Matera)

Con un progetto culturale intitolato “Gerardo Guerrieri: trent’anni di riscoperte (1986 – 2016)”, promosso e voluto fortemente dall’amministrazione comunale di Grottole, Assessorato Cultura e Turismo, ci si appresta a vivere le celebrazioni a ricordo della scomparsa del grande artista ed autore teatrale e cinematografico materano.L’occasione sarà l’avvio di un percorso di studio e di riflessione critica sull’attività artistica di questo personaggio di fama internazionale, nato a Matera da famiglia grottolese, che, per amore della sua terra natia, scelse di essere seppellito nel cimitero comunale di Grottole. La manifestazione, cui prenderà parte la moglie del rinomato autore, Anne d’Arbeloff, ha ricevuto numerosi e prestigiosi patrocini: i comuni di Roma, Matera, Vimercate e Grottole, località cui Guerrieri ha legato la sua esistenza; la Fondazione Matera – Basilicata 2019; il Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo dell’Università “La Sapienza”; la sede nazionale della SIAE.Un evento di ampio respiro, che vedrà coinvolti il Comune di Grottole e la Città di Matera in stretta collaborazione, che si terrà proprio nella ricorrenza del 24 aprile, articolato tra la mattinata a Matera, laddove avrà luogo una messa in suffragio, ed il pomeriggio a Grottole, prima presso la tomba del poliedrico artista e, a seguire, nel centro storico dove avverrà l’intitolazione, allo stesso, del novello “Centro della creatività”, un contenitore fisico in cui si terranno, da lì in avanti, tutte le manifestazioni di carattere sociale e del sapere che si svolgeranno nella cittadina. Sempre nella mattinata materana, presso la casa natale di Guerrieri, inglobata nell’attuale Albergo Italia, seguirà lo scoprimento di una targa a ricordo dell’evento, grazie anche alla gentile collaborazione dei proprietari dell’attività ricettiva. Nel pomeriggio del 24 c.m., l’inaugurazione dello spazio culturale grottolese dedicato a Guerrieri, coinciderà con un momento di ricordo e di approfondimento sulla figura e l’opera dell’artista, interamente curato e coordinato dal redattore lucano e docente Unibas emerito, Rocco Brancati, che presenterà al pubblico la collana da lui ideata, curata da Giuseppe Barile Editore, con il primo volume dedicato all’opera giornalistica di Guerrieri, a partire dal dopoguerra, sulle pagine del quotidiano “L’Unità”. Sarà questa anche l’occasione in cui il regista cinematografico Fabio Segatori (Terra Bruciata, Hollywood Flies) presenterà alla platea l’idea di progetto “Gerardo Guerrieri”, il suo nuovo documentario in corso di produzione, che comprende, oltre ad un grosso lavoro di ricerca sul regista lucano scomparso, le interviste ad artisti nazionali ed internazionali. L’attore lucano Giovanni Capalbo interverrà all’iniziativa per leggere alcuni dei brani scritti da Guerrieri che riassumono il suo particolare rapporto con la terra natia lucana. L’Amministrazione Comunale di Grottole ha voluto progettare esecutivamente e realizzare il tutto in sinergia con il mondo dell’università, della scuola, dell’associazionismo e del teatro, chiamando a raccolta una molteplicità di soggetti che hanno condiviso i processi realizzativi, proiettando la creazione di questo nuovo spazio creativo come centro di propagazione della conoscenza di questo personaggio in Italia.

L’Amministrazione Comunale di Grottole
Silvio Donadio




Commenta per primo

Rispondi