LA QUESTIONE MERIDIONALE DELL’UNIVERSITÀ

Presentazione del volume di Mauro Fiorentino con il Ministro Giannini


Roma, Univ. La Sapienza, 4 aprile, ore 17

Il Ministro dell’Università Stefania Giannini interverrà nel corso della presentazione del volume “La Questione Meridionale dell’Università, 5000 lire io, 5000 lire Patrizia e nu milione e due tu” (Editoriale Scientifica – Napoli) scritto dal prof. Mauro Fiorentino, Rettore dell’Università degli Studi della Basilicata fino al 2014: l’appuntamento, promosso dall’Università La Sapienza in collaborazione con A.PRO.M (Associazione per il Progresso del Mezzogiorno), si svolgerà a Roma, lunedì 4 aprile, alle ore 17, nell’Aula Organi Collegiali, Palazzo del Rettorato, della stessa università.
All’incontro con l’autore – coordinato da Giorgio Zanchini, giornalista e conduttore RadioRai – parteciperanno Luigi Vicinanza, Direttore de L’Espresso, Adriano Giannola, Presidente Svimez, Ivan Lo Bello, Presidente Unioncamere, Mario Morcellini, Prorettore alla Comunicazione della Sapienza, Maria Alessandra Sandulli, docente Università degli Studi Roma Tre, e Alberto Versace, Direttore Area Progetti e Strumenti Agenzia per la Coesione Territoriale. I saluti di apertura saranno affidati al Rettore della Sapienza, Eugenio Gaudio. Il libro ripercorre 15 anni di storia politica dell’Università italiana passati al setaccio per analizzare, con amara ironia ma con estremo rigore metodologico, come un groviglio d’interventi normativi e regolamentari – ispirati da un vento proveniente da Nord – abbia creato le condizioni per un inevitabile declino degli Atenei del Mezzogiorno. Il volume – con la prefazione di Giannola – porta nel sottotitolo un’ironica citazione di “Scusate il ritardo”, uno dei film più belli di Massimo Troisi: il protagonista Vincenzo, infatti, fa pagare al fratello, praticamente per intero, il televisore da regalare a mammà (con l’ormai celebre frase “5.000 lire io, 5.000 lire Patrizia e nu milione e due tu”). In tal modo, Fiorentino utilizza una brillante metafora per spiegare che “il Nord – è scritto nella sinossi – si è organizzato un bel regalo, cioè un’università più grande e più bella, che ha fatto pagare quasi totalmente al Sud”, dimostrando quindi che nella recente storia universitaria italiana è stato rovesciato il principio di fraternità-equità che è alla base della sana e umana relazione ricco-povero che Troisi aveva magistralmente interpretato”. Mauro Fiorentino è stato Rettore dell’Università degli Studi della Basilicata. Ha svolto ricerca e insegnato presso la Louisiana State University (USA) e l’Università di Patna (India). Ricercatore eclettico, ha pubblicato lavori di grande impatto su riviste di ingegneria, geofisica, fisica ed economia. Ha assunto ruoli direttivi nella Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Ingegneria. Impegnato sui temi della cultura meridionalista, è stato consigliere di amministrazione della Fondazione Francesco Saverio Nitti e del comitato promotore per la candidatura di Matera a capitale europea della cultura nel 2019. Ha collaborato al Rapporto Svimez 2014 sull’economia del Mezzogiorno. È presidente del Conservatorio di Musica C. Gesualdo da Venosa di Potenza.

Commenta per primo

Rispondi