“La nostra voce” per rivendicare il diritto alla salute e difendere l’ospedale di Chiaromonte.

Immagine incorporata 1COMITATO DI CITTADINI
“LA NOSTRA VOCE”
Chiaromonte (Pz)

DOMANI 1 APRILE 2016, MANIFESTAZIONE DI CITTADINI A CHIAROMONTE PER DIFENDERE L’OSPEDALE

Domani 1 aprile 2016, dalle ore 15.00, davanti l’ospedale di Chiaromonte, si svolgerà una manifestazione di informazione e sensibilizzazione promossa dal Comitato di cittadini “La nostra voce” per rivendicare il diritto alla salute e difendere l’ospedale di Chiaromonte.
All’iniziativa sono stati invitati: tutti i cittadini del Medio Sinni-Serrapotamo-Val Sarmento, il presidente e l’assessore alla Sanità della Regione Basilicata Pittella e Franconi, tutti i consiglieri regionali della Basilicata, i dirigenti dell’ospedale De Fino e Bochicchio, i 16 sindaci della zona, il sottosegretario alla Sanità Vito De Filippo e l’eurodeputato Piernicola Pedicini della commissione Sanità del Parlamento europeo. Il Comitato intende perseguire esclusivamente un’attività di volontariato apolitica, libera e gratuita svolta per ragioni di solidarietà e di giustizia sociale, al fine di promuovere la cultura della solidarietà, in particolare per la difesa dell’ospedale “San Giovanni Battista” di Chiaromonte (Pz) fortemente penalizzato dalla riforma sanitaria messa in atto dalla Regione Basilicata.
Il Comitato ritiene che una riforma sanitaria, sebbene necessaria per la razionalizzazione della spesa pubblica, non possa non tenere conto dei bisogni di quella fascia di popolazione di circa 18 mila abitanti, compresa nella zona centrale della Valle del Sinni e della Valle di Serrapotamo, compresa la Val Sarmento, che fin dal 1969 ha beneficiato dei servizi offerti dall’ospedale “San Giovanni Battista”.
Il Comitato si pone lo scopo di farsi portavoce dei bisogni e delle richieste delle popolazioni del comprensorio contro il depotenziamento dei reparti già presenti nel presidio ospedaliero di Chiaromonte. Il Comitato nasce per portare avanti un’azione popolare democratica collettiva, che rappresenti l’intera popolazione, che sia espressione di tutti gli strati sociali e che non vuole essere parallela o alternativa, ma si pone a sostegno, delle eventuali iniziative del sindaco di Chiaromonte e di tutti i sindaci dei paesi limitrofi interessati alla difesa dell’ospedale. Tutti i componenti del Comitato “La nostra voce”, si mettono a disposizione dei cittadini dei 16 comuni appartenenti al distretto e cioè: Senise, Calvera, Chiaromonte, Carbone, Castronuovo Sant’Andrea, Cersosimo, Episcopia, Fardella, Francavilla In Sinni, Noepoli, Roccanova, San Costantino Albanese, San Paolo Albanese, San Severino Lucano, Teana, Terranova del Pollino.




Commenta per primo

Rispondi