Incoming Cina 2016 promuove buona tavola provincia Matera

Le eccellenze della dieta mediterranea alla conquista del mercato cinese che manifesta crescente interesse verso i prodotti della buona tavola e del made in Italy in generale. La Camera di commercio di Matera organizza “Incoming Cina 2016 – Promozione delle eccellenze del sud Italia in Cina” che prevede il coinvolgimento di operatori e aziende delle province di Matera, Bari e Taranto. L’attività, infatti, è realizzata in collaborazione con le Camere di Commercio di Bari e Taranto, ed ha l’obiettivo di promuovere in Cina la conoscenza dei prodotti agroalimentari del nostro territorio (Food e Beverage) e di accrescere il grado di internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali. L’evento di incoming prevede incontri B2B tra circa 10 operatori cinesi del settore agroalimentare e circa 30 aziende delle tre province appulo lucane presso le realtà aziendali più rappresentative per la tipicità e qualità dei prodotti della filiera. Le aziende devono manifestare l’interesse al progetto entro il prossimo 22 MARZO 2016, via email (cesp@mt.camcom.it). Ulteriori informazioni sull’argomento possono essere richieste all’azienda speciale Cesp contattando lo 0835 338437. L’iniziativa segue alla positiva esperienza dell’ottobre scorso nel corso della quale i vertici della Camera di commercio di Matera incontrarono Jack GUO, uno dei più importanti importatori cinesi nel settore agro-alimentare, in particolare del vino. Ad accompagnarlo Zhang YU, giornalista del settore vini e direttore del China Food Newspaper. “L’attività di incoming con gli operatori cinesi – ha detto il presidente della Camera di commercio di Matera, Angelo Tortorelli- rappresenta una ulteriore tappa nelle attività di promozione e di internazionalizzazione che il nostro Ente, con le Camere di commercio di Bari e Taranto, sta sviluppando nell’ambito di Matera capitale europea della cultura per il 2019. La promozione dei vini di qualità dei nostri territori è una ulteriore opportunità per far conoscere le produzioni tipiche e di filiera dell’agroalimentare e le attrattive ambientali e artistiche dei nostri centri’’.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*